Stella e Leopardo chiedono spiegazioni sui centri sociali polivalenti

20 febbraio 2014

   

Stella e Leopardo chiedono spiegazioni sui centri sociali polivalenti

Con stupore apprendiamo in primis dalla stampa prima e, in un secondo momento, dai Centri Sociali che il regolamento degli stessi è stato definitivamente approvato; peccato che il contenuto non corrisponde al frutto del nostro lavoro nel corso dell’Amministrazione, elaborato grazie al contributo dei Centri e poi passato in commissione consigliare.

Da una prima lettura ci siamo subito accorti che il regolamento è stato variato in molti articoli ed addirittura un articolo è completamente sparito.

Alla luce di ciò, è nostra intenzione capire come mai il Commissario abbia deciso di modificare un documento che, come da iter, ha avuto il placet della Commissione.

Evidenziamo altresì come, nel documento da noi elaborato, erano stati stanziati dapprima 25.000 euro da dividere in base alla grandezza dei Centri e poi, a seguito della variazione di bilancio (novembre 2013) effettuata in Giunta, ulteriori 10.000 euro da dividere per i viaggi eseguiti dai 3 centri.

Con preoccupazione facciamo notare che fino ad ora non è stato versato un euro.

Di concerto con l’allora Sindaco Tidei, queste variazioni rientravano nell’ottica comune di migliorare il settore sociale. Tante novità erano in programma, compresa la riattivazione del Centro Sociale Polivalente di Aurelia, in disuso da molti anni, e l’apertura ex novo di un Centro a San Liborio.

Per colpa di irresponsabili la Città è commissariata e ad oggi tutto è fermo, compreso il Settore Sociale che in teoria non dovrebbe subire pause.

Paola Rita Stella ex consigliere Pd, delegata all’Istruzione

Enrico Leopardo ex assessore Pd ai Servizi Sociali ed alla Famiglia

Commenti

commenti