Sportello consumatori: “tanti civitavecchiesi hanno aderito alla class action contro la Tia”

30 marzo 2013

Dallo Sportello consumatori di Civitavecchia riceviamo e pubblichiamo. “Quando un’immagine vale più di mille parole. La nostra direzione comprensoriale è stata letteralmente presa d’assedio da cittadini infuriati con questa amministrazione per la TIA Straordinaria 2011 della quale non si comprende ne il fine, ne, tantomeno, il senso, dato che si continua a parlare di vendita dei servizi pubblici. Con questa immagine vogliamo fare gli Auguri di buona Pasqua a tutti i cittadini, ma in particolare al Sindaco di Civitavecchia affinché nostro Signore lo illumini e gli faccia finalmente accettare il fatto che si viene eletti per ascoltare le persone, non per dare ultimatum ed ignorare chi ha argomenti da portare e domande da fare. Il nostro “pensierino” lo riceverà direttamente martedì mattina, sotto forma dei primi atti formali della class-action. La preghiamo Signor Sindaco: ci permetta di fermarci! Sospenda la riscossione e rivaluti con le associazioni nazionali di consumatori questa TIA Straordinaria del 2011, in modo di evitarla o renderla più equa. Attivi i prescritti tavoli di confronto e ci permetta di svolgere il ruolo che la legge ci affida: monitorare e contribuire al miglioramento dei servizi pubblici locali. Attendiamo, come sempre, una sua convocazione per l’apertura del tavolo permanente, e non sarebbe un bel modo di aprire un dialogo costruttivo se questo strumento si attivasse per decisione di organismi di livello superiore rispetto a quelli comunali. Se Lei, come dice, non ha colpe, e non abbiamo motivo di dubitarlo, perché evita il confronto ed il dialogo?”

Commenti

commenti