Santa Marinella. Piano casa, l’assessore Grimaldi: “In un anno oltre 50 richieste”

15 marzo 2013

“E’ passato circa un anno dall’approvazione in Consiglio Comunale del “Piano Casa” – afferma Grimaldi – e sono oltre 50 le domande presentate all’ufficio urbanistica del Comune. Questo significa che la linea della amministrazione si è rivelata giusta avendo coniugato la linea di coerenza per la salvaguardia del territorio con la facoltà per la maggior parte della popolazione di beneficiare del piano casa.

Pur avendo infatti volutamente limitato gli interventi lungo tutta la costa “fronte mare” ( da Capolinaro a Santa Severa ) e salvaguardato le Ville Storiche e Stile Liberty, un vanto assoluto per la città di Santa Marinella e Santa Severa, sul restante 80% del territorio, che riguarda le parti più popolate, di prima casa e con esigenze correlate alla utilizzazione del piano casa, si sono potute pienamente applicare le possibilità da questo offerte.

A tale opportunità è stata affiancata la possibilità di ottenere i necessari nullaosta paesistici senza doversi rivolgere alla Regione Lazio, ripristinando le condizioni per potere esercitare la subdelega.

Dalla data di ripristino sono state emesse oltre cento autorizzazioni tra cui quelle relative al piano casa.

Siamo molto soddisfatti – aggiunge Grimaldi – poiché abbiamo permesso, seppur in maniera ridotta, di dare una boccata d’ossigeno all’economia locale.

Ricordo sempre che il “Piano Casa” scade nel 2015, quindi ci sono circa due anni per poterlo ancora applicare. Il “Piano Casa” – conclude Grimaldi – va incontro alle famiglie ed ai cittadini che non hanno possibilità economiche per poter comperare abitazioni più grandi, permettendogli dunque di poter ampliare, sicuramente con cifre più accessibili, la propria abitazione in base alle loro esigenze”.

Commenti

commenti