Santa Marinella. Il Pd: “verso un nuovo futuro”

5 marzo 2014

Dal circolo Pd di Santa Marinella – Santa Severa riceviamo e pubblichiamo. “Lo strappo avvenuto tra Progetto Centro e un’Altra Città è Possibile mette fine a un’esperienza politica che aveva generato tante speranze in una parte dell’elettorato che, in maniera convinta, l’aveva sostenuta e votata. Il PD di S. Marinella – S. Severa, dopo attente e trasparenti verifiche della situazione che si è venuta a creare, costatando l’impossibilità, al momento, di un costruttivo rilancio dell’azione politica delle forze che avevano elaborato un programma unitario, ritiene, nell’interesse di una doverosa chiarezza nei confronti dei cittadini, chiusa l’esperienza della Coalizione. Questo non vuol dire che su specifici temi, sia amministrativi che politici, le convergenze non possano essere ricercate, ma viene meno quel vincolo democratico dell’azione unitaria che è alla base dello stare insieme. Non è nel costume del PD andare alla ricerca delle responsabilità o delle cause che hanno portato a questa evidente lacerazione, rimane il rammarico che alla base di questo sfaldamento, e speriamo di sbagliarci, ci siano più aspetti personali e di leadership, che d’incomprensioni o di visioni politiche inconciliabili. Il PD di S. Marinella – S. Severa rivendica l’assoluta onestà intellettuale e progettuale con cui ha collaborato all’interno della Coalizione, pagando, come tutti gli altri, un prezzo significativo di consensi avendo creduto, in quel momento, che l’unica azione volta alla creazione di una proposta di vera alternativa, fosse quella che ci ha visto uniti. A questo punto si aprono prospettive di rilancio dell’azione del PD, il quale, si dovrà concentrare sui tanti problemi che affliggono la città, a cominciare dalla realizzazione di un progetto credibile e utile al territorio sul castello di S. Severa; all’oscura vicenda Porto; alla vergognosa situazione viaria; al rilancio dell’economia e dell’occupazione; all’indefinita e opaca gestione della raccolta dei rifiuti; tenendo un occhio vigile al sociale, problema sempre più presente in una città oramai impoverita anche della speranza. Su questi temi il PD è pronto a dialogare e collaborare con tutte quelle forze che hanno a cuore il miglioramento della vita sociale dei cittadini di S. Marinella, a lavorare per contrastare e proporre una visione diversa dell’attuale maggioranza, con lo scopo di gettare le basi per una classe politica veramente alternativa. Inoltre il PD ritiene rilevante il superamento dei movimenti, che nascono anche per una debolezza della politica, mentre è necessario e utile che essa si riappropri del proprio ruolo. Senza togliere niente a forme democratiche di raggruppamento, pensiamo che l’azione, le idee e le qualità delle intelligenze che risiedono nei movimenti possano essere più incisive all’interno dei partiti, i quali sono i terminali naturali dell’azione politica. I partiti sono forme di aggregazione strutturati e democraticamente scalabili, i movimenti, il più delle volte, nascono intorno al leader e hanno tutti i limiti temporali dello stesso. La nostra città merita molto di più, la sfida è di arrivare a un’alternanza, attraverso una “buona politica”.

Commenti

commenti