Santa Marinella. I consiglieri di minoranza: “Prato del Mare, una storia infinita”

21 marzo 2013

Riceviamo e pubblichiamo l’intervento dei consiglieri di minoranza del consiglio comune di Santa Marinella.

“Un contenzioso che si trascina ormai da anni, che vede assente l’Amministrazione Bacheca che non riesce, o non vuole, far rispettare gli accordi sottoscritti tra il Comune e il costruttore che ha realizzato il complesso “Prato del mare”.

L’Avv. Alibrandi, in barba a qualsiasi accordo, da una parte chiede di sbarazzarsi del consorzio, non volendo ottemperare agli adempimenti e impegni sulle opere di urbanizzazione pubblica, ma dall’altra, ritiene di agire come un qualsiasi privato, come se le famiglie abitanti nel complesso fossero di ostacolo alle proprie iniziative.

Di fronte a questo spettacolo, dai contorni molto offuscati da interessi di parte, la politica, e nella fattispecie l’attuale Amministrazione, non interviene e lascia soli una grossa fetta di abitanti di questa città e chi, in maniera democratica, è stato nominato a curare gli interessi dei consorziati.

Infatti, leggiamo sulle cronache locali l’articolo dell’Avv. Alibrandi che, oltre a fare un ottimo “spot” per vendere gli appartamenti che sta costruendo a “Prato del mare”, invita l’Amministrazione Comunale a prendere in gestione i servizi, come prevede la convenzione urbanistica stilata all’atto della costruzione del complesso .

Poiché il Sindaco e la sua maggioranza, che gli sono molto vicini, (vedi la vicenda del Piano Integrato Benigni e il Piano Casa, approvato recentemente, che gli ha permesso di costruire la palazzina di cui sopra), perché non si adoperano per attuare la convenzione?

L’imprenditore lo sa benissimo, perché le delibere non le stilano i politici ma i tecnici, i quali sanno leggere gli accordi. La convenzione che l’Avvocato invoca, prevede degli impegni da parte della Società costruttrice, che, a oggi, non è stata integralmente rispettata.

Manca ancora la costruzione di un locale polivalente da donare all’Amministrazione Comunale e la realizzazione di un parco attrezzato, inoltre risulta che persistono grosse problematiche inerenti all’impianto fognario e alla viabilità.

Senza dimenticare che la polizza bancaria, a garanzia della convenzione, è stata ritirata senza il permesso del Dirigente dell’Ufficio Urbanistico.

Sono questi i motivi che inducono i tecnici, che sono i responsabili di fronte alla legge, a non rendere chiusa la convenzione.

L’Amministratore di “Baia serena”, (Avv. Alibrandi), è pertanto esortato a rispettare gli accordi per permettere ai cittadini di “Prato del mare” di poter vedere riconosciuti i propri diritti.

Il Sindaco Bacheca e la sua Giunta prendano posizione nei confronti dell’imprenditore inadempiente, assumendosi le proprie responsabilità senza scaricarle sull’opposizione, la quale sarà sempre vigile ed esigente, affinché tutti rispettino le regole.

In merito, poi, alla denuncia fatta dai Carabinieri alla sig.ra Mazzenga, questa ci lascia perplessi, poiché conosciamo la preparazione e la serietà con cui la Presidente del consorzio si batte da anni, affinché l’imprenditore lasci il complesso nel pieno rispetto delle regole”.

Commenti

commenti