Santa Marinella. Consiglio comunale: Minghella: “ Bilancio più che positivo per opere pubbliche, scuole e servizi sociali”

29 novembre 2013

Il Consiglio Comunale di Santa Marinella ha approvato l’assestamento di bilancio relativo all’anno 2013, dopo la seduta dello scorso Martedì con il quale è stato dato il via libera al Bilancio di previsione 2013. I numeri più significativi del rendiconto finanziario riguardano il settore della Pubblica Istruzione, con investimenti di circa 1milione e 300 mila euro per il supporto alle Scuole di Santa Marinella, il settore dei servizi sociali con lo stanziamento di 1milione e 750 mila euro per il sostegno alle famiglie meno abbienti, e il settore delle Opere Pubbliche con investimenti per oltre 1milione e 700mila euro. “Tutto ciò – ha dichiarato Minghella – nonostante i 2milioni e 700mila euro che dobbiamo versare nella casse dello Stato Italiano per il “fondo di solidarietà”. Al Consiglio Comunale non ha partecipato la minoranza consiliare, la quale ha contestato attraverso una diffida i termini temporali di convocazione dell’Assise. Il termine previsto dal regolamento per la convocazione delle sedute urgenti di Consiglio Comunale – ha affermato in apertura il Sindaco – è stato ampiamente rispettato in quanto l’avviso per la seduta di questa sera è stato notificato due giorni fa a tutti i Consiglieri Comunali, che al momento della ricezione dell’avviso, non hanno avuto nulla da eccepire al riguardo. Tra l’altro – continua il Sindaco – gli stessi hanno partecipato anche alla Commissione svoltasi nel pomeriggio di ieri. Il regolamento parla chiaro – conclude Bacheca – poiché per i Consigli Comunali urgenti la convocazione deve essere notificata almeno 24h prima, così come specificato dall’art.8 comma 1 del nostro regolamento. Se la base di azione della minoranza – conclude il Sindaco – è attaccarsi a presunte irregolarità temporali per la convocazione del Consiglio invece di occuparsi di questioni concrete, non c’è da stupirsi se la cittadinanza continua a disertare i loro appuntamenti fatti di chiacchiere e niente più”.

Commenti

commenti