Santa Marinella. Circolo PD: “Il centrodestra a pezzi tra fratture, comiche, ironie e bugie”

28 marzo 2013

Riceviamo e pubblichiamo l’intervento del circolo del Partito Democratico di Santa Marinella-Santa Severa.

“E’ andato in onda, martedì scorso, l’ultimo atto di una maggioranza che è implosa, lasciando la città e la sua amministrazione nelle mani di un residuo gruppo di Consiglieri, impossibilitati, forse, da qui alle prossime elezioni a garantire neanche il normale funzionamento della macchina comunale.

Il PD di S. Marinella-S. Severa, già da diverso tempo aveva denunciato all’opinione pubblica l’evidente sgretolarsi della destra, tenuta insieme soltanto da piccoli interessi particolari e non da un progetto comune.

L’uscita progressiva di Consiglieri dalla maggioranza non ha intaccato minimamente l’arroganza e la spocchia del Sindaco, il quale, ha continuato a raccontare bugie e favole sulla compattezza della sua Giunta.

Speriamo che a questo punto, dopo l’ennesima brutta figura, l’arroganza e la spocchia lascino lo spazio a una seria riflessione e autocritica, magari anche attraverso delle scuse ai cittadini.

Non contenti delle puerili argomentazioni e giustificazioni che i vari protagonisti si scambiano attraverso i giornali, registriamo una smentita da parte de La Destra che dà il benservito ad Alfredo Esposito, il quale fino a ieri parlava a nome delle liste che dovrebbero sostenere Bacheca; è in atto una guerra di potere!

Al tempo stesso, registriamo, come un Vicesindaco, fedele collaboratore fino a qualche giorno fa, sia liquidato e sbeffeggiato dal Sindaco e dalla sezione del “Popolo della Libertà” in tempo reale.

Leggendo gli articoli apparsi sui giornali locali, rimaniamo attoniti nel vedere descritto il Vicesindaco come una banderuola, un’incapace ad interpretare il lavoro della Giunta Bacheca, e ancora lo si accusa di aver rivolto la sua attenzione alle piccole cose come la donazione del sangue o peggio di essere riferimento del “centro anziani, con i soldi del Comune, cioè i nostri.

Il Vicesindaco è passato dalla sera alla mattina da valido supporter di Bacheca a politico insignificante e opportunista.

Ma quando il Vicesindaco alzava la mano per approvare il “Piano Benigni”, l’allargamento del “Porto” e la quasi vendita del “Castello di S. Severa” era lo stesso politico descritto oggi?

Avete accettato in maggioranza un Consigliere cui avete dato la fascia di Vicesindaco e la carica di Assessore e ora lo trattate da inetto, a allora che dite di quei Consiglieri che in cinque anni non hanno mai preso la parola per dire, magari, che erano d’accordo con la maggioranza?

Il PD di S. Marinella-S. Severa, prende atto dell’ingloriosa fine di questa incapace maggioranza che mentre sta spirando ha ancora il fiato per sparlare della “Coalizione” e della sinistra.

Però un distinguo e doveroso: con tanti problemi e discussioni il PD è stato capace di contribuire a formare una coalizione coesa e forte, che si sta presentando ai cittadini con un programma, un codice etico, delibere già costruite e una linea di comportamento per tutti i candidati; dall’altra parte assistiamo ad una sfaldamento delle basi che hanno portato, nelle scorse elezioni, alla vittoria, se pur con un 35% di consensi, il centrodestra.

I riferimenti, dunque, sono completamente saltati, e se a questo aggiungiamo le nefandezze dell’attuale Amministrazione, ci sembra che la luce in fondo al tunnel cominci a essere più chiara”.

Commenti

commenti