Santa Marinella, Bianchi (Pd) aderisce al costituendo comitato per Renzi

30 marzo 2013

“Dando seguito alla forte richiesta di rinnovamento che viene dalla società civile, proseguendo nell’evidente azione di ringiovanimento, sia d’idee e sia di persone, Andrea Bianchi, vede comunque coniugare le diverse esigenze, requisiti necessari per presentarsi ai cittadini. Andrea Bianchi, fin dalle primarie per la scelta del candidato Premier, si è schierato e adoperato affinché la candidatura di Matteo Renzi fosse la più apprezzata. Le affinità politiche con le idee di Renzi si traducono in un’azione, a livello locale, incentrata sul reale rinnovamento, al di fuori della nomenclatura di partito, in una visione della politica più come spirito di servizio che come baluardo del corporativismo, o peggio ancora, d’interessi particolari. Fin da subito, Andrea Bianchi, ha saputo cogliere la forte novità delle primarie, una battaglia che l’ha visto, a suo tempo, impegnarsi per far capire la necessità di una svolta democratica; nonostante il suo contributo non abbia portato a far prevalere la sua scelta, ha continuato, attivamente, a fare politica dentro il Pd e per il PD. Adesso, il Pd di S. Marinella- S. Severa, con il contributo di Andrea Bianchi, candidato nella lista per la competizione alle Amministrative Comunali si accinge, insieme a tutta la coalizione, a iniziare una campagna che si annuncia dura e difficilissima. La capacità e le idee di Andrea Bianchi saranno messe a disposizione di quella parte della cittadinanza che, stanca e delusa dai vecchi metodi clientelari, è alla ricerca di punti fermi per un agire politico, veramente trasparente e a disposizione dei cittadini. La squadra di uomini e donne che completeranno l’offerta politica del PD, sarà trainata da quei valori e quelle necessità ormai ineludibili che portano a far avvicinare i cittadini alle Istituzioni. Crediamo che soltanto con quest’atteggiamento e il lavoro che ne consegue, la politica, quella con la P maiuscola, si possa riformare e tornare a essere un esempio di vita sociale condivisa.Al PD, in generale, il verbo “rottamare” non è mai piaciuto, ma se dovessimo, in un prossimo futuro, fare qualche considerazione su alcuni personaggi politici “nostrani”, allora quel verbo ricadrebbe su una grossa fetta degli attuali amministratori, che da tempo “immemore” siedono sulle poltrone e concorrono, a modo loro e con i risultati che sono sotto gli occhi di tutti, alla politica della nostra città”.

Commenti

commenti