Santa Marinella. Al vaglio protocollo d’intesa sui trattamenti sanitari obbligatori

22 luglio 2014

Lo scorso 17 luglio 2014 si è svolta presso la Sede comunale di Santa Marinella, la riunione preliminare per la creazione di un protocollo per i Trattamenti Sanitari Obbligatori sul territorio. Il T.S.O. è un tipo di intervento sanitario e di ordine pubblico che ha l’obiettivo di tutelare il soggetto che si trovi in pericolo o che metta in pericolo le altre persone e rifiuti le cure e l’assistenza di cui necessita.

La delegata ai rapporti con il C.S.M. (Centro di Salute Mentale) e alla promozione della salute mentale del Comune di Santa Marinella Anna Rita Manuelli, ha riunito allo stesso tavolo tutte le autorità competenti in materia, a cominciare dal Sindaco Roberto Bacheca, l’assessore ai servizi sociali Rosanna Cucciniello, il delegato alle politiche sanitarie Gaetano Boriello, la responsabile del C.S.M. Dottoressa Celozzi, il direttore del dipartimento di salute mentale della ASL RM/F Dottor Gaglioti, il Comandante della locale stazione dei Carabinieri Bernardini e il comandante della Polizia Locale Keti Mariangeli.

“Un protocollo di intesa tra le autorità del territorio è fondamentale per gestire al meglio la situazione dei trattamenti sanitari obbligatori. I dati forniti dal C.S.M. – dichiara la delegata Manuelli – fanno ben sperare per lavorare sull’ottimizzazione di un servizio grazie alla disponibilità e alla collaborazione di tutte le parti in causa.

Il protocollo del T.S.O. sarà realizzato sulla base delle disposizioni della legge n° 180 del 13 maggio 1978 e la legge n° 833 del 1978. Ringrazio tutte le autorità intervenute e in particolare il Sindaco Roberto Bacheca, che ancora una volta ha dimostrato tutta la sua disponibilità a trattare anche gli argomenti più delicati della nostra cittadina”, conclude la delegata.

Al più presto Anna Rita Manuelli presenterà il protocollo che, in seguito all’iter burocratico obbligato e previa approvazione in Consiglio Comunale, sarà operativo sul territorio presumibilmente già entro la fine dell’anno.

Commenti

commenti