ospedale

San Paolo, mancano gli infermieri

5 marzo 2013

La Cgil Funzione Pubblica lancia di nuovo l’allarme sulla carenza di personale ed in particolare di infermieri presso l’ospedale San Paolo di Civitavecchia. In particolare secondo il sindacato è in particolar modo il reparto psichiatrico, dove i posti letto sono passati da 12 a 8 proprio per la mancanza di personale ma anche il nuovo pronto soccorso, dove servono almeno 5/6 infermieri in più rispetto a quella che è attuale dotazione organica. Una situazione impossibile che viene evidenziata nel momento in cui si raffronta la dotazione organica degli altri reparti e quindi la impossibilità di portare avanti i servizi  “In Medicina – fa notare la Cgil – sempre più volte si lavora con due unità, le camere operatorie hanno difficoltà a coprire i turni di reperibilità, la radiologia viaggia da tempo con una unità in meno e ci scusiamo con le altre unità operative che non citiamo. Tutto questo porta a carichi di lavoro importanti, a turni massacranti molto spesso fuori dalle norme previste dal contratto di lavoro e dalle leggi vigenti”. La Cgil Funzione Pubblica rivela infine che, da qualche settimana si fa sempre più insistente la voce che parla di un possibile accorpare un paio di reparti, con il fine di reperire qualche unità infermieristica. Una misura che sempre secondo il sindacato non risolverebbe il problema, con l’unico risultato di procrastinarlo nel tempo.

Commenti

commenti