PSI: “Soddisfazione per lo stop sulla Concordia”

28 marzo 2013

Il rinvio da parte del Governo di ogni decisione sull’attribuzione dei lavori di smantellamento della Costa Concordia lascia la porta aperta ad una riconsiderazione della scelta ministeriale.

“L’opzione Civitavecchia – spiega la sezione locale del Partito Socialista Italiano – può quindi riprendere quota, con soddisfazione del porto e del comune di Civitavecchia, certo, ma anche del partito socialista locale, visto l’impegno da esso profuso nel rivendicare l’attribuzione al nostro scalo dell’impegnativo e delicato compito della demolizione. Valendosi non altro che dall’enunciazione delle peculiari caratteristiche del nostro approdo, che ha fatto risaltare la congruità sotto gli aspetti che rilevano di una scelta a favore del porto di Civitavecchia. Rifuggendo, peraltro, da qualsiasi assurda improponibile manifestazione di avversione a Piombino, cui anzi si augura ogni occasione di crescita.

       L’istanza cittadina del Psi – e in particolare di Alvaro Balloni, Mauro Mei e Angela Tandurella nei rispettivi ruoli – non si è stancata di investire della questione lo stesso suo segretario nazionale Nencini e, per il tramite del consigliere regionale Tortosa, della massima assise della Regione e del suo governatore Zingaretti, che non hanno esitato ad assumere nette e risolute posizioni in argomento

Commenti

commenti