Pietro Tidei: “boschetto Enel e Dearsenificatore, impegni presi e mantenuti dalla precedente amministrazione”

5 marzo 2014

Dal candidato sindaco Pietro Tidei riceviamo e pubblichiamo. “Il boschetto dell’Enel era il cavallo di battaglia di ambientalisti e compari durante l’ultima campagna elettorale. Pietro Tidei invita tutti i cittadini ad andare nei pressi dell’Enel, dove un parco di 42 ettari è stato fatto, voluto da Tidei stesso e realizzato dall’Enel durante l’ultima amministrazione, con le piante naturalmente in crescita ma già a disposizione dell’ambiente. Per legge non può essere frequentato, essendoci per esempio i materiali di risulta dell’escavo marino che contengono arsenico. Oggi quel parco, così come lo volevano i Movimenti, è stato fatto ma i movimenti, come loro costume, non ringraziano nessuno. Stanno zitti sul boschetto come sul dearsenificatore. Dopo nove anni di agitazione è arrivata l’amministrazione Tidei che il dearsenificatore lo sta facendo. C’è la convenzione, il sito è stato localizzato ed il ritardo di sei mesi che abbiamo registrato nell’attuazione è dovuto al fatto che il Comune di Civitavecchia è stato sensibile alle richieste del sindaco di Tarquinia Mazzola e quindi è stato spostato per far garantire salubrità anche agli abitanti di Tarquinia. Abbiamo risolto un problema che da anni gravava sulla salute dei cittadini ma, come detto, nessuno ha ringraziato l’unica amministrazione comunale capace di tutelare la salute dei cittadini e mantenere gli impegni”.

Commenti

commenti