regione lazio

PETRASSI (CONSIGLIO REGIONE LAZIO): “TUTTA LA MIA SOLIDARIETA’ AI RAGAZZI DISABILI DELL’ASS. HERMES, VITTIME DELLA GRAVE INCOMPETENZA E INSENSIBILITA’ DEI 5 STELLE.”

15 febbraio 2018

“Quello che sta succedendo nel VI Municipio è davvero scandaloso. L’Associazione dei genitori, Hermes, che si occupa di giovani ultradiciottenni con disabilità gravi e gravissime, aveva avuto nel 2016 il permesso di fare attività presso la ex-scuola materna di Via Berneri, inutilizzata per mancanza di iscrizioni da diversi anni. Si tratta di ragazzi che non vanno più a scuola e non ricevono più alcuna assistenza, se non quella organizzata dall’Associazione. Appena insediata la nuova maggioranza in Municipio, al grido di “legalità, legalità!!”, non è stato più rinnovato il permesso. Ha inizio da qui un vero e proprio calvario per i ragazzi e le famiglie, fatto di incompetenza, superficialità, arroganza e, spiace dirlo, assoluta insensibilità da parte dei 5 stelle verso problemi tanto gravi” lo dichiara in questa nota il consigliere regionale Piero Petrassi.

Da maggio 2017, sollevato il tema della sicurezza legato a dei pini pericolanti, l’Assessora Filipponi promette di risolvere la questione e di riconsegnare la scuola ai ragazzi entro settembre. A dicembre 2017 tutto era ancora nella stessa situazione. Nel frattempo l’Associazione Hermes aveva ricevuto la disponibilità di una donazione da parte di Ikea per arredare tutti gli spazi della struttura.

A gennaio 2018 con un sopralluogo interviene addirittura Andrea Venuto, il disability manager del Campidoglio, individuando la procedura per risolvere il problema: mettere in sicurezza i famosi pini e, cosa singolare, comunicare al Miur il cambio di destinazione d’uso della scuola. E invece passa un altro mese e non succede nulla.

Ieri, grazie alla convocazione della Commissione Speciale Controllo e Garanzia, presieduta dal consigliere Pd Fabrizio Compagnone, alla presenza di tutte le parti, si scopre che l’inutile comunicazione al Miur era stata inviata solo il 12 febbraio, quindi solo dopo la convocazione della Commissione, e che non potevano fornire notizie circa l’iter per la messa in sicurezza dei pini, “perché non tutto può essere pubblico”. Alla faccia della trasparenza. I commissari 5stelle hanno poi cercato di scaricare le responsabilità sulla burocrazia municipale, ma i tecnici hanno smentito ogni accusa. Non è mancata, come loro costume, addossare le colpe “a quelli di prima”. Ma con “quelli di prima” il centro funzionava, oggi?

“Una storia davvero triste e indecorosa – conclude Petrassi-  La politica è una cosa seria e quando all’incompetenza si aggiunge tanta arroganza e tanta insensibilità, c’è sempre qualcuno che ci rimette. Quasi sempre i più deboli e i più indifesi. In questo caso i ragazzi affetti da disabilità gravi e gravissime, che da maggio dello scorso anno sono stati sfrattati dalla struttura di Via Berneri e sono ancora in attesa di una sede dove poter fare le loro attività. A quei ragazzi va il mio abbraccio; ai genitori della Hermes tutta la mia solidarietà; al Consigliere Pd Compagnone il ringraziamento per aver fatto luce su questa vicenda. Agli incompetenti e agli arroganti il mio sdegno.”

Commenti

commenti