commercio

Pd, idee per il commercio

3 novembre 2017

Le proposte dopo l’incontro della segreteria del partito con Confcommercio e Cna.
In settimana il Segretario del Partito Democratico di Civitavecchia Germano Ferri, il Capogruppo Marco Piendibene ed una rappresentanza del Pd locale composta da Ermanno Mencarelli, Jenny Crisostomi, Andrea Riga e Marina Pergolesi hanno incontrato per un confronto informale basato essenzialmente sul piano procedurale ed amministrativo, le rappresentanze
dirigenziali della Confcommercio e Cna. L’incontro intendeva aprire un dialogo utile a trovare una strategia comune
necessaria a risolvere l’annoso problema dei Dehors, il quale costituisce uno dei tanti spinosi argomenti inerenti la crisi che ormai da tempo ha travolto un settore vitale per l’economia locale quale quello del commercio, ramo ad oggi carente soprattutto di una fondamentale offerta turistico ricettiva.
Mediante la riunione di ieri ed a seguito della recente elezione sia del suo Segretario che della Presidenza della confcommercio, il Pd locale ha voluto dimostrare tempestivamente una sentita vicinanza all’associazionismo di categoria
cittadino ed ai tanti commercianti, mettendo a disposizione la massima sensibilità e voglia di collaborare.
Un provvedimento che approderà in consiglio quello dei Dehors che sancirà un documento amministrativo praticamente
inutile, lontano dalle reali esigenze dei commercianti i quali per ombrelloni, tende e sedie all’aperto hanno già norme
disciplinari, percorsi e procedure semplificate sancite sia dalla legislazione nazionale che dagli stessi regolamenti comunali
approvati negli anni passati. In questi giorni si ribadisce per l’ennesima volta con un atto del Consiglio Comunale, il profondo
divario presente tra chi sta amministrando la città e chi tenta con grande fatica di produrre economia e lavoro nel nostro territorio. Scrivono dal Pd che “Confcommercio e Cna hanno apprezzato gli indirizzi e gli spunti presentati dal Pd al tavolo
di confronto, proposte concrete necessarie alla risoluzione di aspetti amministrativi che vedono oggi negare la possibilità
di installare uno spazio chiuso commerciale sul suolo pubblico per bar e ristoranti, aree che potrebbero rappresentare la creazione di nuovi posti di lavoro, un valido sostegno all’economia locale ed un forte incentivo all’offerta turistica del territorio.
Confcommercio, Cna e Pd hanno inoltre condiviso il tema ben più pressante della micro economia cittadina relativa ad i settori
del commercio nel centro storico, portando in sede di riunione valide proposte utili a contrastare le azioni di  un’amministrazione ormai senza bussola, la quale tenta di annaspare qui e là su iniziative che palesemente non rispecchiano
le necessità di una categoria ormai in difficoltà, sia per quanto riguarda la crescita che per il mero mantenimento degli standard economici ed occupazionali.
Bocciato infine il paradossale progetto commerciale della Fiumaretta alla quale Pd, Confcommercio e Cna preferiscono
idee di sostegno alle attività commerciali del centro urbano per le quali i Dehors rappresenterebbero un valido sostegno
sia in termini economici, che di incentivo alla creazione di nuovi posti di lavoro, invece che solo come un utopico e farraginoso
percorso ad ostacoli a causa dei numerosi vincoli burocratici.
L’auspicio del Pd è che dopo quest’ulteriore inutile provvedimento, l’Amministrazione sappia cogliere almeno la voce di chi rappresenta attivamente una categoria fatta di imprenditori e famiglie che da tempo subiscono una gestione incapace di cogliere
il disagio delle tante persone che mettono in gioco con fatica e dedizione risorse e lavoro per una Civitavecchia maggiormente
ospitale e turisticamente più attrattiva”.

 

Commenti

commenti