Pd: “bisogna favorire le imprese locali”

5 marzo 2014

Da Marco Piendibene, Enrico Leopardo, Giulia Bevilacqua riceviamo e pubblichiamo: “Mai come in questo caso il detto latino repetita iuvant mostra la sua peggiore accezione. Stiamo parlando ovviamente del caso AN.CO. CONSULTANTS SRL , impresa che da 14 anni è presente sul territorio di Civitavecchia e il cui organico conta circa 33 dipendenti. Un’impresa SANA che, come un raro fenomeno, spicca nello scenario imprenditoriale locale per aver sempre onorato i suoi pagamenti, compresa la retribuzione degli stipendi di chi vi lavora. Ciononostante, questa società viene scartata dalla gara di appalto indetta dall’Enel che, al posto di una ditta autoctona, ne preferisce una esterna al territorio. Ci risiamo, ennesimo episodio che non tutela Civitavecchia ed i suoi lavoratori. Non ci risulta che la AN.CO. CONSULTANTS SRL sia sprovvista delle professionalità richieste o che sia giudicata poco seria nel suo modus operandi. Eppure, ciò sembra non bastare. L’Amministrazione Tidei stava ovviando alla questione delle professionalità nei rapporti con Enel ma, a causa del commissariamento della Città, anche questa nuova veste nel dialogo tra i due Enti viene a scemare. A questo punto è inevitabile chiedersi quale sarà la sorte di questi 33 lavoratori, ormai tagliati fuori e quale è il senso di questa operazione che porterà ulteriori disagi socio-economici in una Città già appesantita dalla disoccupazione e dalla servitù ambientale. Civitavecchia possiede un tasso elevato di persone che non hanno lavoro, pertanto ci permettiamo  E’ evidente che ciò non gioverebbe a nessuno”.

Commenti

commenti