scrutatori

Parola d’ordine: partecipazione

7 febbraio 2018

Campagna elettorale vivace e all’insegna del confronto: la gente si avvicina così.

La partecipazione non manca. Gli eventi della campagna elettorale stanno in effetti centrando quello che dovrebbe essere uno degli obiettivi primari della politica: riavvicinare la gente. E ce n’è bisogno, se è vero che l’astensionismo troppo alto crea da un lato un processo di delegittimazione delle istituzioni e dall’altro di deresponsabilizzazione degli eletti, con scarso proficuo e reciproco rapporto.
Così, l’esercizio della partecipazione che si è notato negli eventi e nelle manifestazioni degli scorsi giorni rappresenta una buona notizia. Anche perché il confronto con la gente serve ed è la base del principio democratico. Ecco allora che le centinaia di persone che hanno sorpreso gli stessi organizzatori dell’apertura del comitato elettorale, hanno assiepato, più che i locali dove si trovava, lo stesso piazzale degli Eroi: si parla qui della prima uscita da candidato alla Camera di Alessandro Battilocchio, che tra i big del centrodestra venuti a sostenerlo e i concorrenti per le regionali della coalizione, passando per numerosi amministratori locali, ha potuto sentire davvero anche il sostegno delle persone.
Sempre domenica, anche il Pd ha tenuto un momento di confronto con i suoi elettori all’Hotel San Giorgio,  per illustrare sia il programma per le regionali che la vedono schierata al fianco di Zingaretti che i candidati, Mazzoli per il Senato e Fattorini alla Camera, che correranno nel collegio civitavecchiese. Anche qui, tanti sostenitori e la convinzione di dover proseguire la campagna elettorale con determinazione.
Ma non è solo convention, la politica. Ecco allora che a segnare un altro modo di intercettare le istanze dei cittadini sono stati i volontari della Lista Civica con Zingaretti, che a Civitavecchia vede  Gino De Paolis pronto a tornare alla Regione all’insegna della continuità per il territorio. Anche le sue ragazze e i suoi ragazzi sono un bello spot per la politica.

Commenti

commenti