Pallavolo giovanile. Continua la marcia dell’under 14 femminile di Ilenia Morini

24 marzo 2014
Dopo la bella vittoria nella finale terzo e quarto posto valevole per la classifica della provincia di Roma, ora, la fase successiva, quella regionale, porta in regalo un’altra soddisfazione in casa ASP: il passaggio degli ottavi e l’approdo ai quarti di finali, l’approdo cioè, nelle migliori 8 squadre della regione. Di fronte all’ASP, negli ottavi di finale, c’era il Sora, squadra seconda classificata nel ranking della provincia di Frosinone da affrontare in due gare, andata, ritorno ed eventuale golden set. Le ragazze dell’ASP hanno dimostrato una superiorità tecnica netta già nella gara di andata a Sora dove hanno prevalso con un secco 3 a 0. Domenica, al Palazzetto dello Sport, nella gara di ritorno dopo il primo set vinto e il passaggio ai quarti matematicamente assicurato, spazio a tutte le protagoniste di questa bellissima stagione per un 3 a 1 finale.  Il tecnico dell’ASP Morini, che tante soddisfazioni sta regalando alla società, commenta soddisfatto il passaggio ai quarti:”Non conoscevamo la reale forza dell’avversario, ci siamo preparati per il meglio, abbiamo poi trovato un avversario un po indietro, probabilmente la piazza di Roma, formata da squadre competitive, ha creato un livello mediamente superiore a quello delle altre provincie. Ciò non esclude il fatto che una singola compagine non romana, non possa essere attrezzata come o meglio delle nostre. Ora andiamo in uno dei due gironi da 4 squadre che si affronteranno in un regolare torneo all’Italiana con gare di andata e ritorno, le prime classificate, in una gara secca, si giocheranno il titolo regionale ed il passaggio alle finali nazionali, essere lì, in compagnia delle migliori come facciamo tutti gli anni era il nostro obiettivo, lo abbiamo centrato. Colgo l’occasione per ringraziare tutte le mie atlete, lo faccio in modo più caloroso con coloro che hanno giocato meno o niente, questo splendido risultato devono sentirlo loro perché è grazie a loro che abbiamo potuto lavorare così bene, sono loro che hanno preparato al meglio quelle che hanno giocato di più, sono loro che hanno ottenuto questo risultato, ne siano consapevoli”.

Commenti

commenti