maschileasp

Pallavolo. bene l’Asp, harakiri Comal Privilege e Tirreno Power

17 marzo 2013

Un fine settimana tra alti e bassi per la pallavolo civitavecchiese. Lacrime soprattutto nel settore femminile dove sia la Tirreno Power che la Comal Privilege perdono al tie breal i due importanti scontri salvezza. Ma iniziamo dalle notizie positive che arrivano dall’Asp. Bella vittoria esterna per la squadra allenata da Alessio Pignatelli. Rossoblu che  hanno espugnato il parquet del M Roma Volley al tie break (18-25, 21-25, 25-19, 25-19, 8-15), dopo una partita combattutissima. Il successo ha consentito all’Asp di portarsi al quintultimo posto, con tre punti di vantaggio proprio su M Roma Volley e Arzachena. Un successo importantissimo anche per dare rinnovata fiducia allo spogliatoio e guardare con maggiore serenità al resto di una stagione comunque positiva.

Sabato tutto da dimenticare invece per le formazioni femminili. In serie B2, la Comal Privilege perde al tie break contro il Palocco, davanti al pubblico amico del Palazzetto dello Sport (25-21, 25-18, 20-25, 23-25, 13-15). Una gara dai mille rimpianti per la squadra allenata da Antonello Tropiano che dopo essere passata sul 2 a 0, giocando anche una buona pallavolo, ha subito il clamoroso ritorno delle avversarie negli altri tre set, dove troppi errori hanno finito per condizionare il risultato finale. “Una partita letteralmente gettata al vento – ha commentato il direttore generale del Cv Volley, Carlo Gasparri – perchè era veramente in mano nostra. Alla fine è arrivato un punto che ci consente di muovere la classifica, ma con la vittoria piena sarebbe stata ben altra musica”. Passando alla C regionale, la Tirreno Power ha perso l’importante match salvezza che vedeva la squadra di Milo Di Remigio impegnata al Palasport contro  il Fondi. Partita lunghissima che si è conclusa al tie break  con i parziali di 25-19, 11-25, 25-19, 20-25, 13/15. Battuta d’arresto pesante, non senza un pizzico di amarezza con la squadra civitavecchiese che ha mostrato a tratti buone cose. Per fortuna dell’Alto Lazio comunque la classifica, seppur difficile, non è drammatica con la salvezza che rimane ancora possibile. Fondamentale sarà ritrovare in settimana la serenità in vista del prossimo incontro di campionato.

Commenti

commenti