sncsquadra

Pallanuoto. Snc, il girone di andata ai raggi x

27 marzo 2013

Chiuso il girone di andata è tempo di bilanci per la Snc. I rossocelesti sono arrivati al giro di boa dietro Canottieri Napoli e Catania e insieme alla Vis Nova totalizzando 22 punti frutto di 7 successi, 1 pareggio e 3 sconfitte. Le battute d’arresto sono giunte tutte in trasferta e tutte nelle ultime tre gare disputate lontano dalle mura amiche del PalaGalli. I rossocelesti hanno ceduto nell’ordine ad Anzio, Palermo e Cagliari inframmezzando questi passi falsi con due entusiasmanti affermazioni con Napoli e Catania e una vittoria sul velluto con il fanalino di coda Roma 2007. L’unica X è maturata nel confronto casalingo con la Vis Nova con una bella rimonta nel finale di un match al cardiopalma. Se non fosse per le “stecche” esterne, il cammino sarebbe di tutto rispetto ma chiaramente una squadra costruita per vincere non può accontentarsi. La società si è fatta sentire con la squadra e lo stesso ha fatto il tecnico Zimonjic, che ora potrà sfruttare la sosta pasquale per cercare di trovare l’antidoto al mal di trasferta. Tornando ai numeri la Snc ha realizzato 140 gol e ne ha subiti 108. Il miglior marcatore è Teo Djogas, che con 29 reti nella classifica cannonieri del girone sud insegue i due bomber dell’Anzio che sono Casasola (30) ed l’ex Daniele Lisi, che con 31 reti all’attivo è in cima a questa speciale graduatoria che vede anche Gianluca Muneroni a 27 e Alessandro Calcaterra a 20. Considerando le tante partite saltate, la sua media è piuttosto alta ma va detto che il bottino lo ha implementato sabato scorso con una cinquina. A parte gli acciacchi l’ex capitano della Nazionale sta combattendo con il metro di valutazione degli arbitri, spesso portati a considerare fallosa la sua forza d’urto. Sempre in tema di numeri al sette di Civitavecchia sono stati assegnati 6 rigori a favore e 7 contro mentre in tema di superiorità e inferiorità numerica le percentuali sono 48% con l’uomo in più in attacco (sfruttate 49 occasioni su 101) e del 32.3% in difesa con un uomo in meno (con 32 reti incassate su 99).  Nello specifico con l’uomo in più la Snc ha avuto il suo picco nella nona giornata con il Catania (7/9 ovvero il 77%) mentre all’esordio con il Salerno in inferiorià numerica ha incassato un solo gol nonostante dieci espulsioni (10%). Le peggiori percentuali invece si sono registrate a Palermo nell’ottava giornata con l’uomo in più (2/8, quindi il 25%) e a Cagliari nella decima partita dell’andata con l’uomo in meno (6/11 per un dato del 54%). Numeri che nella pallanuoto contano parecchio e sui quali il coach dovrà ragionare. In un campionato così incerto ed equilibrato l’attenzione per i dettagli sarà decisiva per conquistare l’A1 che resta sempre e comunque il traguardo da tagliare.

Commenti

commenti