Pallanuoto A2 maschile. La Snc Enel batte la Roma e l’arbitro

25 gennaio 2014

Vittoria sofferta per la Snc Enel che supera per 12 a 13 la Roma al Foro Italico, al termine di una gara durissima dove ha pesato la direzione arbitrale, soprattutto nel quarto tempo ha pesato in negativo per i rosso celesti. Primo tempo combattuto, con la Snc Enel che passa in vantaggio grazie al rigore messo a segno da Foschi. I padroni di casa però reagiscono subito allo svantaggio e ribaltano il risultato grazie alla doppietta di Faiella. Ci pensa poi Romiti a riportare in parità la Snc, con la Roma che si porta sul 4 a 2 grazie ancora a Faiella e all’ex di turno Daniele Lisi, fino alla rete del 4 a 3 messa a segno da Foschi. Secondo tempo ricco di emozioni, con la squadra di Marco Pagliarini che trova la rete con Romiti per il pareggio e il vantaggio con Chiarelli. Nuovo pareggio dei romani e poi il vantaggio con Rinaldi per 5 a 6. Ci pensava poi Muneroni a metterla dentro per il 7 a 5, con cui si chiudeva il secondo tempo. Terzo tempo che si apriva con la rete dei padroni di casa che accorciavano con Letizi per 6 a 7. Il solito Faiella riportava la Roma in parità sul 7 a 7, fino al vantaggio di Chiarelli per l’8 a 7 ma con la Snc che deve fare i conti con le coperte corte in difesa, viste le tante espulsioni, alcune piuttosto discutibili. E sulla inferiorità numerica la Snc subisce il pareggio con Faiella, alla sua quinta rete sulle otto realizzate dai padroni di casa. Ci pensa Muneroni a riportare in vantaggio la Snc, a 38’’ dal termine con una bella ripartenza. Ed ancora Muneroni a sfruttare un’altra palla rubata e a mettere in rete per il 10 a 8 rossoceleste. Terza frazione che si chiude sul 10 a 8 per il sette di Marco Pagliarini. Il quarto tempo iniziava con la rete di Spiezio per il 9 a 10 ma con la Snc alla prese con l’emergenza difesa, tra squalifiche e infortuni come quello di Zimonic. Ci pensava Zanetic a riportare la Snc a due reti di vantaggio. L’ex Spiezio riportava a meno 1 la Roma, fino alla rete di Simeoni per il 12 a 10, con Pagliarini costretto ad impiegare giocatori fuori ruolo in difesa. E proprio il solo difensore rosso celeste Simeoni viene mandato fuori anzitempo dall’arbitro Pascucci. E nel momento difficile arriva la rete di Zanetic per il 13 a 10 con la Snc che stringe i denti. E ancora Faiella a tenere a galla la Roma per l’11 a 13, ma con l’arbitro Pascucci protagonista in negativo: quattro le espulsioni contro i civitavecchiesi e nessuna per i romani. A 48’’ al termine il rigore per la Roma con Letizi. Nonostante le difficoltà, la Snc strappa però la vittoria e continua la corsa in vetta alla classifica. “Una partita dove ha pesato l’arbitraggio – ha commentato il diesse Simone Feoli – mi è piaciuto l’atteggiamento della squadra nei momenti di difficoltà. Stiamo facendo bene, il primo posto non era nei nostri programmi iniziali, ma avanti così”. Soddisfatto il tecnico rosso celeste Marco Pagliarini che ha elogiato i giovani ma più in generale l’atteggiamento della squadra, proprio nei momenti di difficoltà del match. “Sull’arbitraggio c’è poco da dire – ha fatto notare al termine del match, il coach della Snc Enel – ha pesato in negativo su tutta la gara. Nonostante le difficoltà, comunque la squadra ha stretto i denti, conquistando tre punti pesanti. Il primato? Non è ancora tempo di fare valutazioni, la stagione è ancora molto lunga”.            

Commenti

commenti