carabinieri

Operazione antidroga dei Carabinieri sul litorale, otto arresti

5 marzo 2013

La Compagnia CC Civitavecchia, ambito proc.pen. 4382/11 RGNR della Procura di Civitavecchia ha dato esecuzione a: quattro ordini di custodia cautelare in carcere a carico di A.V. 26ENNE, S.E. 32ENNE, C.E. 28ENNE e C.V. 32ENNE; due ordini custodia cautelare agli arresti domiciliari a carico di K.A. 31ENNE e P.G 26ENNE.; due ordinanze per applicazione della misura cautela dell’obbligo di dimora a carico di C.G. 24ENNE e B.E. 34ENNE, tutti responsabili del reato di detenzione illecita finalizzata allo spaccio di stupefacenti (art.73 DPR 309/90), commesso in Ladispoli tra il luglio e settembre 2011. Nel corso delle attività, nella notte, è stato altresì tratto in arresto in flagranza, perché trovato in possesso di gr.50 di cocaina, M.P. 40enne di Casalotti, Roma. L’indagine ha avuto origine in data 19.07.2011, quando i militari del NOR della Compagnia CC Civitavecchia sono intervenuti in Cerveteri (RM), località Campo di Mare, via Alfani, ove, all’interno di un villino, è stato rinvenuto il cadavere di A.V. 47enne, con evidenti segni di escoriazioni al capo e tumefazioni al tronco ed agli arti superiori. Analizzati i tabulati del traffico telefonico dell’utenza del deceduto ed attivate intercettazioni telefoniche delle utenze più frequentemente da questi contattate in vita, è emerso che lo stesso era stato vittima, alcuni giorni prima (16.07.2011) di aggressione in Ladispoli (RM), presso la Stazione FFSS, perpetrata da tale A.V. 26enne, spalleggiato da un altro soggetto, non identificato. Effettuato accertamento autoptico sul cadavere di A.V. è stato comunque escluso che il decesso potesse essere riconducibile alle lesioni infertegli da A.V., indagato anche in ordine al reato di lesioni personali aggravate. Dalla prosecuzione delle attività è stato accertato, a mezzo servizi di osservazione, controllo e pedinamento, sequestro di modiche quantità di stupefacenti (hashish e cocaina), un fiorente spaccio di stupefacenti nella piazza di Ladispoli, approvvigionata a Roma e smerciata in particolare nei pressi della locale stazione FFSS. Concluse le attività, concordando con i gravi indizi raccolti a carico dei citati, il Tribunale di Civitavecchia – Ufficio GIP ha emesso ordinanza di custodia cautelare in carcere, agli arresti domiciliari e di sottoposizione
all’obbligo di dimora, richiesta dalla Procura della Repubblica di Civitavecchia.

Commenti

commenti