Ombretta Del Monte parteciperà alla Mostra internazionale sul rock

15 febbraio 2014

“ Mi sento onorata di partecipare a questo importantissimo evento culturale” esordisce la pittrice Ombretta Del Monte, che prenderà parte ad un altro avvenimento do contesto internazionale: “ Sono stata scelta come pittrice per raffigurare alcuni miti del rock. Porterò in esposizione 5 opere raffiguranti Elvis Presley, Madonna, J.Lennon, Rolling Stones e l’ultima che parteciperà nella sezione della storia della radio, dove ho raffigurato il mitico Trio Lescano. Quest’ultima sezione è un capitolo storico a me molto caro, perché rappresenta il percorso dello scienziato G.Marconi che a tal proposito insieme al prof. L. Spinelli e alla Principessa Elettra Marconi, ci saranno 2 giornate dedicate a questa notevole pagina di storia. La mostra museale e documentale avrà la durata di 43 giorni. Ringrazio gli organizzatori, Michelangelo Iossa e Carmine Aymone per il loro entusiasmo e conoscenza culturale. Ridare slancio alla cultura è vitale per la società e non dimentichiamoci che è anche business!”

1954 / 2014: BUON COMPLEANNO ROCK!

Nel sessantesimo anniversario della pubblicazione di That’s Alright Mama di Elvis Presley e di Rock Around The Clock di Bill Haley & His Comets, la mostra internazionale ROCK! celebra i primi 60 anni di vita di un genere musicale che ha mutato profondamente la società contemporanea.

Anche per questa sua quarta edizione, la mostra includerà migliaia di oggetti tra memorabilia, gadget, vinili, audiovisivi, fotografie, manifesti d’epoca, strumenti musicali (e molto altro) provenienti da alcune tra le più importanti collezioni private italiane ed europee. Le rockstar più celebri e la musica che ha fatto la storia degli ultimi decenni in una full immersion coinvolgente per riassaporare il linguaggio che, più di ogni altro, ha cambiato il volto della musica contemporanea.

Ben oltre 38.000 visitatori in sole tre edizioni, più di 100 appuntamenti tematici, incontri con protagonisti della scena musicale internazionale e italiana [da Pete Best dei Beatles a Roger Taylor dei Duran Duran, da Ian Paice dei Deep Purple a Chris Barron degli Spin Doctors, da Paul Whitehead (autore elle leggendarie copertine dei Genesis e dei Van Der Graaf Generator) a Joe Satriani, da Jono Manson dei Blues Travelers agli America, dalla leggendaria prog-band Osanna con David Jackson [il sax dei Van Der Graaf Generator], ai chitarristi Ricky Portera, Andy Timmons, Scott Henderson ed Eric Johnson o ai grandi batteristi Carmine & Vinny Appice e Carl Palmer sino agli eroi del “sound ‘e Napoli” come Peppino Di Capri, Enzo Gragnaniello, Tony Esposito e molti altri); oltre 90 itinerari guidati con scuole, accademie, licei d’arte, associazioni culturali e studenti universitari; due produzioni discografiche (Napoli Strizza l’Occhio al Rock!, 2012; NapoLiverpool – Piero Gallo Ensemble, 2013) proiezioni di documentari esclusivi; presentazioni di libri, dischi e live-set coinvolgenti.

Partner culturali eccellenti come il Comune di Napoli – Assessorato alla Cultura, il Consolato Generale degli Stati Uniti d’America a Napoli, il Consolato Britannico di Napoli, l’ufficio UK Trade & Investment dell’Ambasciata Britannica in Italia, il Consolato Generale della Repubblica Federale di Germania, l’Ambasciata d’Irlanda in Italia e la Presidenza Irlandese dell’Unione Europea, il Goethe Institut, l’Università ‘Suor Orsola Benincasa’ di Napoli, la Fondazione Bideri, Metronapoli, Gibson Guitar e Hard Rock Cafè International…

La mostra internazionale sul rock e i suoi linguaggi ideata e diretta da Carmine Aymone e Michelangelo Iossa, giornalisti, critici musicali e docenti di storia del rock: la mostra – come recita una nota ufficiale del Palazzo delle Arti Napoli che l’ha ospitata per le sue prime tre edizioni – “ha fatto registrare una media quotidiana di visitatori tra le più alte mai registrate dal PAN”.

Nelle tre precedenti edizioni, la mostra ha consolidato la sua esperienza nell’ideazione e realizzazione di proposte culturali e musicali di alto profilo qualitativo, volte a favorire la conoscenza e la valorizzazione delle espressioni artistiche.

La manifestazione ha consentito, nel corso di questi anni, di creare un circuito culturale integrato da promuovere e sviluppare ulteriormente favorendo, inoltre, sui media nazionali e di settore, l’affermarsi del marchio ROCK! come sinonimo di attività culturale/musicale dell’Italia meridionale.

Come è ormai consuetudine, ROCK! ospiterà un’ampia serie di live, workshop, presentazioni di libri, di CD, proiezioni, demo/clinic, incontri e appuntamenti tematici sulla storia e sull’evoluzione del rock, con ospiti e musicisti.

Commenti

commenti