Montalto. Il M5S organizza un’assemblea pubblica sulla vendita della farmacia comunale

12 marzo 2013

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa del Movimento Cinque Stelle di Montalto di Castro sulla vendita della Farmacia Comunale. IL movimento organizza un’assemblea pubblica per fare chiarezza cui parteciperà il Sindaco del comune Sergio Caci la cui amministrazione ha deciso per la vendita e il comitato di cittadini sorto spontaneamente contro la vendita “Giù le mani dalla farmacia” oltre che molti altri gruppi civici, associazioni, partiti politici e cittadini.

“Fermento a Montalto di Castro per la vendita della farmacia comunale. Il Movimento Cinque Stelle,  giovedì alle ore 18 intende dare voce a tutti i cittadini in un dibattitto pubblico, presso il Complesso San Sisto, dal titolo “Perché? Facciamo chiarezza”, avente ad oggetto la vendita della Farmacia comunale. Il comitato dei cittadini “Giù le mani dalla farmacia” si presenterà marciando ed organizza  un corteo a cui invitata tutto il paese che partirà alle 17.30 dal Viale di Montalto per arrivare al luogo dell’assemblea.  Anche iI M5S è fermamente contrario alle intenzioni manifestate dal Consiglio Comunale  di venderla  ad un soggetto privato.  In queste ultime settimane si sono intensificate  le azioni poste in essere dal comitato spontaneo di cittadini “Giù le mani dalla farmacia” che aveva  già trasmesso al comune una petizione popolare con ben 1.097 sottoscrizioni di cittadini montaltesi  contro la vendita,  il Sindaco a distanza di una ventina di giorni aveva risposto che non l’avrebbe presa in considerazione per una non conformità allo statuo dell’ente della documentazione presentata. Ora sia il Sindaco del comune di Montalto di Castro che il comitato cittadino “Giù le mani dalla farmacia” hanno accettato l’invito al dibattito-confronto ed interverranno spiegando ciascuno le proprie posizioni. Anche altri gruppi politici e non, interessati all’argomento saranno presenti ed esporranno i propri punti di vista. A parere dei rappresentanti montaltesi del movimento 5 stelle, la farmacia comunale, per il servizio sociale che può svolgere, è un bene comune che impone il dovere morale di difenderla, migliorarla e consegnarla alle prossime generazioni. Nell’ambito del dibattito il Movimento cinque stelle presenterà le proprie proposte per impedire la vendita e migliorare il servizio reso dalla farmacia.  La tutela della salute pubblica è per il movimento un preciso impegno civico e politico che mira a riorganizzare tutte le risorse a disposizione , in primis la farmacia comunale, al fine di migliorare i servizi ai cittadini, cancellando, cosi, la logica del mero profitto. Le Farmacie comunali sono una parte del sistema sanitario nazionale alle quali è affidata la funzione di erogare un servizio pubblico essenziale sul territorio a tutela della salute del cittadino, che viene posto al centro della loro attenzione e quindi, tutta la loro attività è improntata a soddisfare le sue esigenze ed aspettative, non solo di salute, ma anche di benessere, in linea con quelle che sono le attuali aspettative di vita non solo come durata, ma anche come qualità. Vendere questa farmacia comunale è per il M5S un errore imperdonabile da non permettere. In passo questo errore era già stato compiuto , il comune di Montalto di Castro decise di vendere la precedente farmacia comunale ad un privato; in seguito i cittadini se ne pentirono amaramente e ci vollero anni di tentativi, battaglie legali e burocratiche ed un vero miracolo per ottenere solo qualche anno fa una nuova ed ultima autorizzazione per aprire una seconda farmacia comunale”. 

Commenti

commenti