Modifica Ordinanza Sindacale nr.378 del 03/08/2018 – “Divieto di utilizzo per scopi potabili dell’acqua in distribuzione nella zona di Viale Lazio e nelle zone direttamente servite dall’Acquedotto CSP”

14 agosto 2018

E’ stata firmata nella giornata odierna dal Vice Sindaco Daniela Lucernoni la modifica dell’Ordinanza Sindacalenr.378 del 03/08/2018 vigente, che vieta l’utilizzo per scopi potabili dell’acqua in erogazione, alle utenze delle zone interessate dalla contaminazione

microbiologica
(Campo dell’Oro, S.Gordiano e Boccelle), includendo in tale divieto solo la zona di Viale Lazio e le zone direttamente servite da Acquedotto CSP Monte Augiano e più precisamente:

* Viale Lazio;

* Zona S.Liborio;

* Zona Campo dell’Oro alta;

* Zona Boccelle alta (sopra ponte autostrada);

* Via Don Mandolini – zona S.Gordiano alta;

* Via del Casaletto Rosso alta;

* Via Terme di Traiano alta fino all’intersezione con Via della Madonnella;

Viene ordinato:

  • alla Soc. Civitavecchia Servizi Pubblici s.r.l. di porre in atto tutte le procedure di disinfezione dell’acqua erogata per riportare i valori dei parametri microbiologici
    nei limiti della norma mantenendo una concentrazione di cloro residuo nell
    ’acqua distribuita pari a 0,2 ppm, come raccomandato dalla alla ASL ROMA 4;
  • Ad ACEA ATO 2 s.p.a., Gestore del Servizio Idrico del Comune di Civitavecchia, di intraprendere le seguenti azioni raccomandate dalla ASL ROMA 4:

– porre in atto tutte le procedure di disinfezione dell’acqua per riportare i valori dei parametri microbiologici nei limiti della norma mantenendo una concentrazione di cloro residuo nell’acqua

distribuita pari a 0,2 ppm;

– porre idonea cartellonistica informativa di non potabilità dell’acqua sulle fontanine pubbliche delle zone interessate dall’ordinanza sindacale;

– disporre un approvvigionamento alternativo di acqua potabile mediante autobotti alla popolazione ed agli esercizi pubblici della zona interessata;

Si informa la popolazione e gli esercizi pubblici delle zone interessate dalla non potabilità dell’acqua, che la stessa può essere utilizzata, per fini commestibili o di igiene personale, solo previa bollitura

Commenti

commenti