Mercato. Psi: “Chi ottempera ci rimette”

26 marzo 2014

Dal Partito Socialista Italiano – Sezione di Civitavecchia, riceviamo e pubblichiamo.

“Monta lo scontento tra i mercatali e non solo quando la loro sorte viene mantenuta in bilico dalle carenze dei politici locali. Anche e forse peggio quando subentrano le decisioni improvvide e perentorie di un commissario prefettizio. E talora ottemperare per rispetto della norma a disposizioni pure ritenute assolutamente incongrue nella loro inderogabilità viene anche punito dall’incoerenza delle autorità.

Infatti, alcuni giorni fa, agli operatori del mercato di Piazza Regina Margherita pervenne un ordine indefettibile: tutti alla nuova struttura inderogabilmente entro e non oltre il 27 marzo 2014.

Un gran da fare (e un gran spendere) per stringere i tempi del trasferimento mentre c’era sempre da mandare avanti la propria quotidiana attività. Alcuni operatori, evidentemente i più ossequienti alla norma, ce l’hanno messa tutta e sono arrivati pronti alla vigilia dello spostamento.

All’improvviso si apprende che nel frattempo, non si sa per quale via, è maturata una diversa decisione, tradottasi in un contrordine: lo spostamento è differito alla metà di maggio.

Così le incognite di chi si è adeguato aumentano e il loro scontento è alle stelle. Ed hanno mille motivi di protesta e mille domande da porsi. In quanti saremo a muoverci? E gli affari, già drasticamente ridottisi per colpa del cambiamento di ubicazione e per la crisi economica, non rischiano di essere azzerati per via del procurato frazionamento?”

Commenti

commenti