mercatocv

Mercato, operatori di nuovo sul piede di guerra

31 gennaio 2014

Nuova protesta dei commercianti della Palmetta, che questa mattina hanno appeso dei cartelloni all’esterno del mercato perchè oggi, 31 gennaio, era previsto che tutti gli operatori tornassero al San Lorenzo, aspettativa che però è stata disattesa. Stanchi per il protrarsi nel tempo di questa situazione, i mercatali si sono dati appuntamento in via Mazzini lunedì prossimo alle 10 per decidere se occupare o meno Palazzo del Pincio. “Oggi – spiega Emanuela Candolfi, rappresentante dei commercianti della Palmetta – sarebbero dovuti tornare gli operatori del San Lorenzo, invece ancora non è successo niente. Ieri siamo andati all’Ufficio dei Lavori Pubblici, abbiamo parlato con delle persone ed è emerso che di 35 operatori commerciali, in 15 sono stati chiamati perchè avevano i pagamenti in regola, e soltanto in 5 si sono adoperati per regolarizzare il contratto e portare in Comune le marche da bollo. Questi 5, che lunedì sarebbero dovuti andare a firmare il contratto, quando hanno saputo che erano così pochi hanno detto che non ci andranno. Il problema non è nostro, ma noi che siamo regolari dobbiamo pagare le conseguenze di chi non ha regolarizzato il tutto. Quindi loro lunedì andranno in Comune ma sicuramente non firmeranno il contratto. Penso che Civitavecchia sia l’unica città in Italia in cui a comandare non è l’amministrazione ma sono altre persone. Lunedì alle 10 ci siamo dati appuntamento in via Mazzini con gli operatori a posto fisso e gli ambulanti, e vedremo il da farsi: o occupare il Comune, o andare in pace ad ascoltare altre spiegazioni”.

Commenti

commenti