conferenzalungarini

“Mercato, basta con lo scaricabarile”

8 gennaio 2014

Mecozzi non può scaricare le proprie responsabilità su chi si è chiamato fuori dal suo “Mercatino degli annunci”. È la replica, affidata a una nota firmata da Giulio Agostini, Raffaele Cacciapuoti, Ismaele De Crescenzo, Enrico Luciani, Fabrizio Lungarini, Flavio Magliani, Mauro Mei, Emiliano Santori, Patrizio Scilipoti e Sergio Serpente, alle dichiarazioni dell’ex assessore ai Lavori Pubblici sulla vicenda del Mercato. “Ad avviare la fiera dello scaricabarile – si legge nella nota – era stato l’ex sindaco Tidei, puntando il dito contro quanti l’avevano sfiduciato e incolpandoli del paventato dissesto di Palazzo del Pincio”. Un crack, stando a quanto sostenuto dai firmatari della nota, scongiurato dal Commissario Prefettizio in un solo giorno. “Per ciò che riguarda il Mercato – aggiungono i 10 – a febbraio 2013 Mecozzi aveva annunciato la riapertura nel giro di un mese, poi slittata più volte. L’ex assessore rifletta sui propri errori – concludono – piuttosto che puntare il dito verso chi ha smesso di credere ai suoi annunci”.

Commenti

commenti