mecozzi

Mecozzi: “Dalla replica dell’A.C. più dubbi che certezze”

11 settembre 2016

“Sono più i dubbi che le certezze che emergono leggendo attentamente la replica dell’Amministrazione Comunale alla notizia di una denuncia al sindaco e all’assessore Manuedda con conseguente iscrizione nel registro degli indagati (data dalla stampa per quasi certa) per aver falsificato un atto pubblico nel procedimento da 250 mila euro per realizzare una nuova stazione di trasferenza dei rifiuti.

Ricordo che senza questa urgente realizzazione da ottobre scatterebbe un’emergenza senza precedenti.

Anzitutto nella nota è confermato il sequestro da parte degli inquirenti (Guardia Forestale) di tutti gli atti relativi alla vicenda. Poi non rasserena certo il passaggio in cui lo stesso Sindaco afferma che “Per quanto riguarda le deliranti accuse su presunte violazioni informatiche, abbiamo verificato che di fatto si tratta esclusivamente di un aspetto formale” visto che nella Pubblica Amministrazione la correttezza formale degli atti è sostanziale e non un optional.

A questo punto sia il sindaco Cozzolino che l’assessore Manuedda farebbero bene ad esibire un bel certificato ex art. 335 cpp dalla data di insediamento ad oggi. Si tratta dello stesso documento richiesto dalla Raggi per l’assessore Muraro.

Se Cozzolino facesse lo stesso, rendendo pubblici i risultati, fugherebbe ogni dubbio in proposito. E quella sarebbe la migliore smentita possibile alla notizia per come è apparsa sui giornali. Ma c’è un ulteriore punto da chiarire. Nell’elenco riportato nella nota della documentazione prodotta per realizzare la stazione presso la ex Discarica di Fosso Crepacuore” (trattasi della ex Discarica di Fosso del Prete) mancano infatti due autorizzazioni rilevanti: quella della Città Metropolitana e quella dell’Autorità di bacino che non vengono citate.

E questo è tutt’altro che un aspetto formale. Anzi, metterebbe in dubbio la stessa regolarità dei lavori per Stazione di Trasferenza che sarebbe a rischio sequestro perché abusiva, con le immaginabili conseguenze per la città.

E anche questo è un dubbio che sarebbe bene fugare subito”.

Lo ha dichiarato il Consigliere Mirko Mecozzi.

 

Commenti

commenti