Luca Guerini torna a Civitavecchia per inaugurare il teatro Plinio Colussi

23 gennaio 2014

Nel settembre 2012 a Piazza Fratti durante una delle notti bianche organizzate a Civitavecchia va in scena “Voci distratte all’orecchio” la prima fiction teatrale italiana (ossia uno spettacolo che si struttura in appuntamenti mensili continuando a raccontare le vicende dei propri protagonisti). Regista ed ideatore dell’innovativa piece è Luca Guerini che sabato torna a rappresentare in città un suo spettacolo dopo aver trasferito Skenexodia nelle Marche/Romagna dove la qualità e l’originalità degli allestimenti sono particolarmente apprezzati e riconosciuti. Occasione di questo ritorno è l’inaugurazione di un nuovo spazio teatrale “Teatro Plinio Colussi” in via Bernini 40 presso l’istituto Martir Luther King . Ad aprire la stagione sarà il testo “Adina riposa al buio” che Guerini ha allestito in seguito ad un progetto realizzato con la regione Marche per la giornata mondiale contro l’omofobia che si terrà a maggio e prevede esibizioni e dibattiti all’interno di vari istituti e biblioteche comunali. Sul palco saliranno gli attori professionisti Valentina Celentano, Elisa Josefina Fattori e Giuseppe Villa che negli scorsi mesi si sono aggiudicati le parti dopo i numerosi provini tenuti in città. Protagonista dello spettacolo è Ada una brillante neolaureata che dopo molte difficoltà riesce a dichiarare al padre di essere omosessuale e questi rifiuta la cosa cacciandola da casa per sempre. La ragazza è costretta dunque a vivere davanti ad un supermercato dormendo in un freddo cartone fin quando attira le attenzioni di Rosalba, una giovane commessa, che inizierà a prendersi cura di lei nonostante le raccomandazioni del fratello Matteo. “La cosa che colpisce di più di questo testo – dichiara Guerini – è la struttura in quanto non si può certamente ascrivere l’opera ad uno spettacolo di genere, ma nel finale si scopre una cornice inaspettata all’intera vicenda. Quando mi è stato proposto questo progetto non avevo un testo adatto nel nostro repertorio,  l’ispirazione mi è venuta durante un  concerto jazz e penso che parte di quel ritmo sia nelle parole, nelle battute incatenate dei personaggi”. “Abbiamo lavorato molto sulla psicologia dei nostri ruoli – dichiarano gli attori – ci possiamo dunque dichiarare soddisfatti di questo allestimento che credo che permetterà di riflettere e portare anche nelle scuole e nel teatro il dibattito sull’omofobia fuori da schemi e stereotipi. La bellezza forse sta nel fatto che Adina e Rosalba sono due donne, ma il modo in cui questa storia è narrata non si concentra su quest’aspetto… potrebbero essere benissimo un uomo e una donna qualsiasi..” “Mi dispiace che sia stato difficile portare nel nostro territorio spettacoli che altrove hanno avuto riconoscimenti e successi – confessa Guerini – ormai Skenexodia è un nome stimato dagli esperti del settore e dalle accademie teatrali, ma purtroppo nella mia città non vi è consapevolezza di questa importante realtà nel panorama italiano. Ai nostri provini si presentano attori dalla Sicilia al Piemonte, ma nessuno da Civitavecchia…” Lo spettacolo Adina riposa al buio andrà in scena sabato 25 alle ore 2030 presso il Teatro Plinio Colussi, mentre martedì 28 e 29 presso il Teatro Manhattan di Roma. Per prenotazioni è possibile contattare il num 3384116671

Commenti

commenti