lega civitavecchia

Lega, enorme partecipazione per l’inaugurazione della sede elettorale

19 febbraio 2018

Si è svolta nella serata di domenica 18 febbraio, l’inaugurazione della sede elettorale in via Bernini, 8 e successivamente, presso l’agriturismo “Casal del Giglio”, la manifestazione della Lega per la presentazione dei candidati di Camera e Senato del collegio Civitavecchia/Viterbo/Rieti, capitanati dalla capolista alla Camera dei Deputai On. Barbara SALTAMARTINI, del candidato al collegio senatoriale Gianfranco Rufa e dei candidati alla Regione Lazio Alessandra RICCETTI e Daniele GIANNINI.
L’enorme partecipazione all’evento ha stupito gli stessi organizzatori che non si aspettavano una risposta così forte e convinta da parte della gente con quasi 250 posti a sedere.
Dopo l’apertura da parte del coordinatore locale Alessandro D’Amico – che ha sottolineato come la Lega stia crescendo perché abbraccia le problematiche sentite dalla gente e le risolve in tutti i territori dove governa – la parola è passata ai candidati alla Regione Lazio Alessandra RICCETTI e Daniele GIANNINI. Due persone elette da anni col consenso dei cittadini e da sempre a lavoro sul territorio che, insieme, hanno sottolineato quanto sia fondamentale il gioco di squadra e quanto, per la scheda verde delle regionali, sarà quindi importante barrare il simbolo Lega scrivere entrambe i loro due cognomi per poter essere eletti.
Ha chiuso gli interventi l’On. Barbara Saltamartini sottolineando quanto sia necessario cogliere l’occasione di votare Lega, oggi unico baluardo a difesa degli italiani su tematiche quali lo stop all’immigrazione clandestina, l’abolizione della Legge Fornero, sull’introduzione della flat tax e la legge sulla legittima difesa.
Da registrare anche il saluto di Alessandro Battilocchio, candidato del centrodestra per il collegio uninominale, la partecipazione dei coordinatori della Lega del comprensorio e nuove adesioni che partono con il sostegno a questa competizione elettorale, tra le quali l’ex presidente di circoscrizione Vincenzo Biferali.

Commenti

commenti