Le scuole di Ladispoli con l’Ucai per la Giornata mondiale dell’acqua

21 marzo 2013

Il mondo si può cambiare con piccoli gesti quotidiani. È questo lo spirito con cui l’associazione Ucai – Unione cattolica artisti italiani – e gli istituti scolastici “Corrado Melone”, “Giovanni Falcone” e “Ilaria Alpi” di Ladispoli aderiscono alla campagna “Salva la goccia”, lanciata dall’organizzazione ambientalista Green Cross Italia, come contributo alla Giornata mondiale dell’acqua, istituita dalle Nazioni Unite nel 1992 e celebrata ogni 22 marzo.

L’obiettivo dell’iniziativa promossa da Green Cross è quello di coinvolgere il maggior numero di persone e renderle consapevoli dell’esigenza di risparmiare le risorse idriche, che sembrano infinite per i Paesi più ricchi ma non lo sono affatto. E molte scuole di Ladispoli, grazie anche al supporto dei pittori dell’Ucai, hanno raccolto la sfida organizzando iniziative a sostegno della Giornata mondiale dell’acqua.

L’Istituto comprensivo “Corrado Melone” parteciperà con le scuole medie attraverso una conferenza organizzata dai professori del Dipartimento di scienze che, a partire dalle ore 9:15, vedrà gli interventi di Aldo Piersanti e degli operatori della bottega equo e solidale “il Fiore” di Ladispoli per l’approfondimento dei temi legati all’acqua come “oro blu” del pianeta. Dalle ore 11:15 seguirà una mostra di dipinti, fotografie e disegni sul tema dell’acqua organizzata dal Dipartimento di arte in collaborazione con i pittori dell’associazione Ucai, i fotografi Biagio Tamarazzo e Giancarlo Scacchia e il naturalista Antonio Pizzuti Piccoli.

L’istituto comprensivo “Giovanni Falcone” aderirà, invece, con le scuole primarie attraverso il progetto “Acqua in b(r)occa”, che si propone di favorire il consumo dell’acqua in brocca all’interno delle mense scolastiche; l’introduzione di quest’abitudine, secondo le insegnanti, è in grado di incidere in modo significativo sui comportamenti dei bambini, di valorizzare il ruolo dell’acqua come risorsa fondamentale per l’uomo e l’ambiente, di ridurre la produzione di rifiuti e l’utilizzo dell’acqua stessa per via del consumo diffuso di acqua minerale in bottiglia.

L’istituto comprensivo “Ilaria Alpi” parteciperà con le scuole dell’infanzia attraverso l’iniziativa “I cinque sensi e l’acqua” per insegnare ai bambini il valore e l’importanza dell’acqua attraverso i cinque sensi e mostrare loro il cammino dell’acqua dalla sorgente al rubinetto: in questo modo essi comprenderanno la necessità di non usarne più del dovuto.

Ma anche le attività commerciali, le altre associazioni, i singoli cittadini, tutti possono dare il proprio contributo per la salvaguardia dell’ “oro blu”. Partecipare è semplicissimo. Basta pensare e mettere in pratica un’azione a tutela delle risorse idriche, postarla sul proprio profilo Facebook e/o su Twitter (utilizzando l’hashtag #salvalagoccia) e condividerla sulla pagina dell’evento “Salva la goccia”. Un contatore online sul sito web www.immaginiperlaterra.it calcolerà quanti comportamenti sostenibili si riusciranno ad avere e permetterà di conoscere in tempo reale il contributo che ciascuno avrà dato per la salvaguardia delle risorse idriche.

Commenti

commenti