comune

Le grandi manovre in vista delle elezioni

11 gennaio 2014

Elezioni comunali? Centro-destra e centro-sinistra, lo si è capito, brancolano nel buio, al di là di qualche fuga in avanti. Ma se a sinistra si è capito che Sel e liste civiche sono pronte a sbarrare la strada a Tidei, anche da destra potrebbe giungere nei prossimi giorni qualche squillo di tromba capace di sbaragliare il campo. E per il resto? 0766 news lo aveva già segnalato: qualcosa nel mondo della cosiddetta società civile cittadina si muove. Ovviamente, fuori dagli schieramenti tradizionali, messi in cantina possibili terzi poli, tutto ruota attorno alle mosse che potrà fare il Movimento 5 Stelle. E che sono, per la verità, poche. L’imprinting del capo, Beppe Grillo, lascia pochi margini di manovra. A candidarsi con il marchio pentastellato possono essere soltanto suoi attivisti certificati, le liste (anche nelle amministrative) non possono ospitare persone estranee al movimento e sono vietate anche le coalizioni con altre liste, civiche comprese. Ma c’è qualcosa fuori dai “meet-up”?  Gli attivisti civitavecchiesi sostengono di sì e stanno avviando una serie di consultazioni, chiamiamole così, per verificare l’adesione alla prossima avventura elettorale amministrativa. Perché ci sono gli errori di quella precedente a pesare: in termini assoluti, Cinque Stelle sarebbe dovuta entrare in consiglio comunale, ma non ci riuscì per le scarse preferenze raccolte dalla lista. Come superare questo ostacolo nel 2014? L’idea è quella di redigere un programma di governo e farlo sottoscrivere da associazioni, comitati e gruppi, anche tra quelli che hanno partecipato alla tornata del 2012 restando fuori dall’aula Pucci. E poi verificare la possibile adesione diretta della più ampia fascia possibile. Sicuramente un percorso cervellotico, ma sembra proprio l’unica strada possibile per allargare il consenso davanti ad un corpo elettorale sempre più disorientato. In tal senso, anche la scelta del candidato sindaco dovrebbe essere condivisa: e proprio dallo scioglimento di questo nodo potrebbe già svelarsi il reale peso politico che i 5 Stelle potrebbero rivestire quando, a maggio, le urne torneranno ad aprirsi.

Commenti

commenti