Ladispoli. Un’alleanza turistica per l’Etruria romana

10 gennaio 2014

Il 19 dicembre, presso il Comune di Ladispoli, si è tenuto un incontro tra Sindaci ed Assessori al turismo dell’Etruria meridionale, propedeutico alla realizzazione di un Sistema Turistico Locale. L’incontro è stato fortemente voluto dal Consigliere Delegato al Turismo Federico Ascani che spiega: ”La nostra area geografica si colloca in un sistema che si pone nel cuore dell’Etruria meridionale, a breve distanza da Roma, in un vasto ma identificabile comprensorio. Questo sistema è formato da una rete di itinerari tematici a carattere storico, artistico, archeologico, minerario e naturalistico tra loro collegati”. Occorre però discutere insieme circa la possibilità di realizzazione di un Sistema Turistico Locale, che possa prevedere il coinvolgimento fattivo dei diversi Comuni: Fiumicino, Ladispoli, Civitavecchia, Tolfa, Allumiere, Cerveteri, Bracciano, Anguillara, Manziana, Trevignano, Canale Monterano, Santa Marinella, Montalto di Castro e Tarquinia. Il Sistema dovrebbe avere tra le principali finalità quella di rafforzare l’immagine e l’identità di questo territorio al fine di promuoverlo turisticamente nel migliore dei modi, in particolar modo tendere a spostare il turista da Roma verso la Provincia, anche con piccole permanenze. Il prossimo passo sarà l’istituzione di un protocollo d’intesa tra comuni, nel quale poter evidenziare le rispettive potenzialità, magari patrocinato dalla Regione Lazio, quale Ente preposto nella determinazione delle linee guida in materia turistica. Per la prima volta si è registrata una condivisione totale tra i presenti che si sono affidati all’esperienza e alla professionalità del dott. Giovanni Bastianelli, direttore dell’Agenzia Regionale del Turismo del Lazio. Il dott. Bastianelli, garantito anche il supporto del Presidente della Commissione Turismo della Regione Lazio, Eugenio Patané, ha sottolineato la necessità del coinvolgimento dei giovani e, nella costruzione del prodotto turistico, evidenzia la necessità di un censimento di quanto presente in ogni territorio, ma soprattutto puntare sulle nuove annualità di programmazione dell’Unione Europea.

I prossimi appuntamenti saranno ancora più incisivi verso la costituzione del Sistema Turistico Locale.

Commenti

commenti