Ladispoli. Ultimo appuntamento con la “Prevenzione di domenica”

26 marzo 2014

A Ladispoli ultimo appuntamento con la “Prevenzione di domenica”, la campagna di prevenzione sanitaria gratuita organizzata dalla Salus Medical Center con il patrocinio del comune di Ladispoli. Il 30 marzo la giornata riguarderà la prevenzione e la diagnosi dei tumori del sistema genitale femminile a cura della dottoressaSamanta Benedetti, medico specialista in ginecologia presso la Clinica Santa Famiglia. La prevenzione e la diagnosi precoce dei tumori del sistema genitale femminile – utero ed ovaio – si basa in primis sull’esecuzione di due semplici esami, non invasivi e non dolorosi per le donne quali il Pap test e l’ecografia pelvica.

I tumori dell’apparato genitale femminile, soprattutto collo dell’utero ed endometrio, sono quasi sempre preceduti da una serie di lesioni di lunga durata anche di anni. Tali lesioni sono facilmente diagnosticabili con metodiche semplici, innocue e poco costose che permettono di evitare l’insorgenza di tumori invasivi. Per tali motivi l’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) e tutte le più accreditate organizzazioni internazionali contro i tumori consigliano a tutte le donne di sottoporsi a controllo specialistico annuale comprendente la visita ginecologica, il pap test e l’ecografia pelvica trans vaginale. Il Pap test è rivolto a tutte le donne entro i 3 anni dal primo rapporto sessuale e comunque non oltre i 21 anni. L’esecuzione dovrebbe essere annuale almeno fino ai 64 anni di età. Questo perché dopo i 50 anni il rischio di tumore della cervice in una donna che ha regolarmente effettuato lo screening è molto basso. Il Pap test indaga sulle alterazioni delle cellule del collo prelevandole dalla superficie della cervice. L’importanza dell’ecografia nella prevenzione del cancro ovarico o del cancro endometriale è fondamentale perché la prognosi e la sopravvivenza della donna dipende proprio dalla diagnosi precoce. Il cancro ovarico è il 6° tumore più diffuso tra le donne con circa 5.000 casi l’anno e nella maggioranza dei casi, essendo una neoplasia che non provoca sintomatologia iniziale, circa il 20% delle diagnosi viene fatta ad uno stato avanzato con una sopravvivenza a 5 anni inferiore del 50%, mentre in caso di diagnosi precoce la sopravvivenza oltre i 5 anni supera il 90%.

Il cancro endometriale si sviluppa dalla mucosa che riveste la cavità uterina ed il tumore che qui prende origine risulta essere la neoplasia maligna ginecologica più frequente con un incidenza di casi del 90 % del periodo menopausale.

Per informazioni e prenotazioni chiamare lo 06. 9949944 dal lunedì al venerdì dalle ore 7.30 alle 13.00 e dalle 15.30 alle 19.30, il sabato dalle ore 7.30 alle 12,30.
Il Consorzio Salus ha in programma il prossimo ciclo di appuntamenti sulla prevenzione per maggio. Tutte le iniziative su www.grupposalus.net

Commenti

commenti