Ladispoli. Test universitari, il consiglio comunale dei giovani al fianco degli studenti

15 marzo 2013

Il Consiglio  Comunale dei Giovani interviene sulla decisione del Ministero dell’Istruzione di  anticipare le date dei test di ammissione ai corsi universitari a numero chiuso  a luglio. In particolare il Ministro Profumo ha dichiarato che “L’anticipo è  stato deciso per venire incontro alle esigenze dei ragazzi” sottolineando poi  che i test sono perlopiù attitudinali e relativi a quello che si è appreso fino  a quel momento.

Dura la  posizione del Consigliere Cesare Pennacchia che ha sottolineato come “Uno  studente dovrà prepararsi contemporaneamente per esame di maturità e test  universitario, con materie spesso differenti. È chiaro che tutto questo andrà a  vantaggio di chi potrà permettersi ripetizioni private, costose preparazioni ai  test, con un’istruzione che diventa nei fatti sempre più inaccessibile a chi non  ha adeguate risorse economiche per permettersi tutto  questo”.

“È uno degli ultimi atti di un Governo – ha detto  il Presidente del Consiglio Comunale dei Giovani, Matteo Forte – con  i piedi sempre meno piantati nel mondo reale. In un Paese come il nostro dove il  livello di laureati è tra i più bassi d’Europa credo fermamente che ci sia  bisogno di un’inversione di rotta, di facilitare l’accesso all’università, non  di renderlo ancora più difficile”.

“In Italia da  decenni la pubblica istruzione – hanno concluso il Vicepresidente Ion Marian e  il Consigliere Daniele Marini – viene affidata a soggetti discutibili e di  conseguenza la gestione di questo settore così importante risulta inadeguata.  Nello specifico considerare questa scelta un vantaggio per gli studenti è  decisamente poco saggio”.

Commenti

commenti