Ladispoli. Grande affluenza di pubblico per Lorenza Bonaccorsi

15 febbraio 2014

Grande affluenza di pubblico all’incontro che si è svolto giovedì, in Viale America 23, a Ladispoli per sostenere la candidatura dell’On. Lorenza Bonaccorsi alla guida del PD laziale. Molti gli esponenti democratici, di tutto il territorio, presenti in aula. Ad aprire l’incontro, in qualità di moderatore, il consigliere del PD del Comune, Federico Ascani, che ha sottolineato l’importanza di avere in lista, Eleonora Giammarini e Flavio Russoniello, giovani candidati di Ladispoli per l’assemblea regionale. Ha dato il suo ufficiale benvenuto il sindaco della Città, Crescenzo Paliotta, che ha rimarcato l’importanza di chi come il consigliere regionale Eugenio Patanè sta vicino alle problematiche del territorio. Il sindaco si è augurato che lo stesso comportamento possa arrivare anche dalla candidata alla segreteria regionale del PD Lorenza Bonaccorsi attuale parlamentare di maggioranza del governo del centrosinistra. Il segretario del PD locale Andrea Zonetti, ha ricordato che le primarie per l’elezione del Segretario e dell’Assemblea Regionale PD Lazio si svolgeranno domenica 16 febbraio nell’Aula Consiliare di Piazza Falcone con orario continuato dalle 8 alle 20. Possono votare tutti e non solo gli iscritti al partito, l’importante è essere cittadini residenti muniti del certificato elettorale e documento d’identità. Per i non iscritti è richiesta, come contributo, una monetina da 2 euro. Prende poi la parola Eugenio Patane’, presidente della Commissione Cultura e Turismo alla Pisana, che con l’occasione menziona che Ladispoli è al centro di un territorio di eccellenze, in cui è fondamentale fare sistema. Ricorda che in questi mesi la regione ha lavorato per raggiungere importanti risultati nonostante le tante difficoltà nell’aiutare i territori a causa, in primis, dei pesanti debiti ereditati dalla giunta Polverini. “Adesso bisogna proseguire su questa via, prediligendo le forme e i sistemi affini per far ripartire il sistema. Patane’ espone poi la presentazione del nuovo logo e payoff per la promozione del territorio della regione Lazio, presentato dal governatore della regione Nicola Zingaretti al Museo dell’Ara Pacis a Roma nello stesso giorno:”Lazio, eterna scoperta è un pay-off che sembra cucito su misura per una regione come la nostra, fonte di inesauribili attrazioni turistiche, bellezze naturali e storiche presenti non solo nella capitale ma in tutti i territori laziali. Così come il nuovo logo è emblema efficace dell’integrazione della nostra offerta turistica. Abbiamo avviato una strategia che vuole valorizzare il turismo di Roma e del Lazio in una visione integrata, dai borghi all’enogastronomia, al turismo sostenibile, itinerante, e mi sembra che le scelte fatte oggi in termini di comunicazione vadano nella giusta direzione”. Conclude Patanè invitando a sostenere Lorenza Bonaccorsi alla segreteria del PD laziale per cambiare verso per i democratici anche a livello regionale. L’intervento della parlamentare del PD, candidata alla segreteria regionale, Lorenza Bonaccorsi è stato molto coinvolgente: «In questi mesi il Pd ha fatto un percorso importante arrivando all’incredibile risultato dell’8 dicembre, ora dobbiamo mettere a regime quel risultato, il ruolo del Pd Lazio deve essere quello di riappropriarsi dei temi fondamentali che fanno crescere il partito». Così la deputata del Pd e candidata alla segreteria del Pd Lazio. «Il Pd Lazio- prosegue la nota – dovrà iniziare a calarsi in maniera concreta sui territori affrontando i problemi e i temi decisivi per la nostra regione, a partire dalla riforma di Roma Città Metropolitana che con l’abolizione delle Province disegnerà un rapporto diverso tra Roma e regione. Questo è un tema su cui il partito dovrà confrontarsi. Poi c’è il tema della partecipazione democratica, parlamentari e consiglieri devono frequentare i circoli, i territori, e quello del lavoro, penso per esempio al caso Alitalia: su questo il Pd Lazio ha perso tempo, nelle prossime settimane dobbiamo esprimere la volontà forte di ridefinire la politica industriale della nostra regione, battere i pugni come ha fatto la presidente del Fruili Serracchiani sul caso Electrolux». «Le prossime settimane dobbiamo aprire tutti insieme – conclude Bonaccorsi – una discussione su come rilanciare l’azione del Pd Lazio».

Commenti

commenti