La Snc chiede maggiore rispetto

19 marzo 2014

Grida ancora vendetta il trattamento subito a Catania dalla SNC Enel dalla coppia arbitrale che, in pratica, non ha fatto giocare i rosso celesti, limitandoli con fischi incomprensibili ed espulsioni relative. Cosa sia successo a Catania lo potete verificare da soli, leggendo le decisoni del giudice sportivo che riportiamo in coda all’articolo, ma, allargando il discorso in senso generale, la SNC deve essere più tutelata dalla federazione, deve poter giocare senza condizionamenti esterni e soprattutto, il povero Davide Romiti, va lasciato giocare senza affibbiargli i numerosi controfalli che condizionano il suo rendimento.

I PROVVEDIMENTI DEL GIUDICE.

Squalifica quattro giornate all’atleta Iuppa (Nuoto Catania) per comportamento violento, insubordinato e reiteratamente minaccioso, ingiurioso, volgare ed offensivo verso l’arbitro.Ammonizione con diffida a Dato (allenatore Nuoto Catania) per comportamento poco riguardoso. Ammonizione agli atleti Maric (Nuoto Catania) e Romiti (Nc Civitavecchia) e Casasola (Nuoto Catania) e Simeoni (NC Civitavecchia) per comportamento reciprocamente poco riguardoso; Zoltan (dirigente Nuoto Catania) per comportamento poco riguardoso.Ammenda € 120 alla soc. Nuoto Catania per comportamento ingiurioso del pubblico.

Commenti

commenti