marco piendibene

“LA POLTRONA NON SI NEGA ALL’AMICO GRILLINO”

9 dicembre 2017

“Una buona parte dell’elettorato guarda al Movimento 5 stelle con la benevolenza che si concede ai bravi ragazzi con la faccia pulita, un credito doveroso riconosciuto aprioristicamente a chiunque si ponga con dichiarazioni di buona volontà specialmente quando assistito dalla giovane età.
Il votante grillino è orgoglioso della propria scelta e, pur in assenza di risultati tangibili, l’aver contribuito alla vittoria di un’amministrazione locale del Movimento lo rende fiero al pari degli insorti che sovvertirono l’Ancien Régime con la presa della Bastiglia. Dunque, in ossequio alla piattaforma Rousseau, quello che conta è l’aver mandato a casa la “casta” e segregato in soffitta le pratiche clientelari tanto abusate dalla vecchia politica.
Ma che accade se anche un’amministrazione 5 stelle, nell’ambito di una municipalizzata controllata al 100%, fa ripetutamente ricorso a consulenti e collaboratori esterni pur in presenza di professionalità interne disponibili?
E se, in barba agli impegni assunti in Consiglio Comunale e durante le trattative sindacali, invece di un Amministratore Unico garante dell’efficienza della nuova società municipalizzata, fosse istituito un Consiglio di Amministrazione da 300 mila euro l’anno di soldi pubblici a carico dei cittadini?
E in nome di quale equità si chiederebbe ad alcuni di rinunciare alla retribuzione di una giornata al mese mentre altri, in procinto di ricoprire incarichi ben retribuiti, circolano per gli uffici aziendali, sebbene senza alcun titolo, chiedendo conto di documenti riservati e determinando anche decisioni aziendali rilevanti?
Ebbene, quanti grillini ortodossi sarebbero disposti a sostenere ancora Cozzolino se quanto sopra si realizzasse proprio nella nostra Città? E se riuscissimo a scoperchiare il vaso di Pandora che tiene celato il malcontento tra il personale per la convinzione che si stia creando una disparità di trattamento tra lavoratori di serie A ed altri di serie B?
Certo è che vigileremo con attenzione su quanto accadrà nei prossimi mesi nell’ambito della municipalizzata CSP e, al di là delle competenze dell’attuale Amministratore, saremo particolarmente attenti alle direttive imposte dal socio unico, ovvero dal sindaco Antonio Cozzolino”.
Lo ha comunicato       Il capogruppo PD Marco Piendibene

 

Commenti

commenti