mtb santa marinella

La Sei Ore delle Terme Sabine nelle mani della Mtb Santa Marinella

8 settembre 2016

Neanche il tempo di rifiatare dalla recente trasferta in Toscana che la Mtb Santa Marinella-Cicli Montanini è tornata di nuovo protagonista nel contesto delle gare endurance alla Sei Ore delle Terme Sabine.

Una grande soddisfazione per ogni singolo atleta ed anche per i vari componenti dei team da due e da tre elementi impegnati nell’appuntamento delle Terme di Cretone (valevole per il circuito laziale delle Sei Ore Endurance sotto l’egida del Centro Sportivo Italiano) come ottimo rodaggio per riconfermarsi la squadra da battere alla imminente 24 Ore di Roma al Parco degli Acquedotti.

La coppia Libero Ruggiero e Giuseppe Cherubini ha trionfato nella classifica riservata ai team da due mentre in quella composta da tre elementi degni di nota il gradino più alto del podio ad opera della Santa Marinella 2 (Federico Forti, Massimiliano Chiavacci ed Edmondo Belleggia) davanti alla Santa Marinella 1 (Marco Becattini, Daniele Tulin e Stefano Cibelli) oltre alla graduatoria dedicata alle coppie lui&lei che ha visto in seconda posizione Massimo Negossi e Antonella Casale.

La versione 6 ore ha sorriso a Lorenzo Borgi (vittoria di fascia G1), Elisabetta Dani (prima della fascia femminile), Marco Chiavacci (primo di fascia SG1), Giuseppe Girardi (terzo SG1), Gianluca Piermattei (quarto M1), Pierluigi Possenti (sesto M1), Salvatore De Angelis (quinto G1), Renato Remoli (decimo G1), Mauro De Angelis (dodicesimo G1) e Stefano Carnesecchi (tredicesimo G1).

Ancora mountain bike cross country con Gianfranco Mariuzzo che si è presentato ai nastri di partenza della penultima prova della Veneto Cup a Trissino dove ha ottenuto ancora il primato di categoria master 5 mentre in ambito giovanile ragguardevole partecipazione di Giorgia Negossi e Giacomo Ragonesi alla prova di Coppa Italia Giovanile Mtb disputata a Vermiglio in Trentino con la rappresentativa regionale del Lazio diretta da Gianni Panzarini.

In Puglia hanno ripreso confidenza con le gare sullo sterrato e sulle lunghe distanze Domenico Abruzzese e Michele Diaferia con la condotta di gara di quest’ultima che è stata ottima e premiata con il nono posto assoluto e il primato di categoria under 23 sulla distanza di 52 chilometri, mentre solo un ritiro per il compagno di squadra Abruzzese.

 

Commenti

commenti