Nave Luigi Rizzo Marina Militare

La Marina Militare presenta il Calendario Storico 2018

5 dicembre 2017

Durante l’evento, a bordo di Nave RIZZO,  BIC Lazio presenterà il progetto SeaBootCamp, iniziativa per supportare startup e team imprenditoriali .
Segui le novità della #MarinaMilitare live su Twitter: @ItalianNavy #ProfessionistiDelMare #ilFuturoèilMare
Mercoledì 6 dicembre, alle ore 11.30, a bordo della Fregata Europea Multi Missione (FREMM) Luigi Rizzo il capitano di vascello Luca Anconelli dell’Ufficio Pubblica Informazione e Comunicazione della Marina Militare terrà una conferenza stampa per presentare il Calendario Storico della Marina per il 2018.
“Ricordare il passato – costruire il futuro” è il nuovo tema del calendario per il 2018, nato dall’idea di celebrare l’anniversario della Grande Guerra che vide concretizzarsi nel 1918 l’epica impresa di Premuda di Luigi Rizzo, attraverso un parallelo tra le foto della Marina di ieri e di oggi che testimoniano l’immutato senso del dovere, della professionalità e abilità specialistiche che il personale della forza armata esprime ogni giorno al servizio del Paese.
Il Calendario storico quest’anno è dedicato alla Fondazione Francesca Rava, a testimonianza di una sinergia ormai consolidata, in modo da veicolare, insieme a questo originale prodotto editoriale, un importante messaggio di solidarietà nei confronti di chi ha bisogno del nostro aiuto.
Tra gli argomenti che saranno affrontati, in tema con il calendario, anche le operazioni che la Marina Militare quotidianamente svolge a favore della collettività.
La Marina Militare è da sempre impegnata in compiti che, per loro natura, sono strettamente connessi anche al mondo civile, con particolare riferimento al complesso ed articolato contesto dell’ambiente marittimo, ma non solo. Questa particolare attitudine è chiamata “capacità complementare” ed è svolta a supporto, diretto o indiretto, del Paese.
Nell’ambito della conferenza stampa Laura Tassinari, direttore generale di BIC Lazio presenterà il progetto SeaBootCamp, iniziativa realizzata da BIC Lazio per supportare startup e team imprenditoriali rafforzando le loro competenze di marketing e di comunicazione per promuovere prodotti e servizi innovativi applicabili all’economia del mare. Alla conferenza interverrà anche il presidente di Lazio Innova Stefano Fantacone, che porterà i saluti della Regione Lazio.

Seabootcamp è un progetto realizzato da BIC Lazio con il supporto di Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centro Settentrionale e ITS – Fondazione Giovanni Caboto, in collaborazione con importanti partner come la Marina Militare ed aziende del settore come Castalia SpA, D’Amico Società di Navigazione SPA, Edison, Fincantieri, Grimaldi Group, Intergroup Srl, Invitalia, Port Mobility, Port Utilities SpA, PTS Group SPA, SellaLab/Banca Sella, Tecnoreef, Unidustria e Sailbiz (media partner).
SeaBootCamp è un progetto che ha l’obiettivo di contribuire ad aprire nuove ed importanti prospettive alle startup e team con prodotti/servizi innovativi nell’economia del mare, sostenendo così la crescita del territorio in uno dei settori trainanti dell’economia nazionale.
L’iniziativa ha visto la partecipazione di 15 startup e team selezionati attraverso una “call regionale” che attraverso un percorso strutturato di formazione e mentoring hanno potuto acquisire competenze e tecniche di marketing B2B.
Il percorso di “open innovation” si concluderà con lo Speed Dating il prossimo 6 dicembre a Civitavecchia, durante il quale le startup e team avranno l’occasione di fare networking ed incontrare e confrontarsi con i partner dell’iniziativa per avere un feedback sul proprio progetto d’impresa e condividere l’innovazione tecnologica che lo stesso esprime.
La Marina Militare ha da sempre posto particolare attenzione verso la ricerca e lo sviluppo di nuove tecnologie anche attraverso la collaborazione con le industrie private per la progettazione e realizzazione di idee innovative che riguardano tutti gli ambiti marini, protagonisti di una visione internazionale di questo “secolo blu”.
Quello della “crescita blu” è considerato un fattore chiave sui cui puntare per uno sviluppo sostenibile del nostro Paese in un contesto dove la marittimità rappresentauna risorsa fondamentale per la crescita commerciale, occupazionale e tecnologica.
Calendario
Le 24 immagini proposte nel calendario ci accompagneranno in un viaggio che correla il passato della Grande Guerra al presente, in un susseguirsi di scatti che abbracciano navi, aerei, sommergibili, basi navali e soprattutto gli uomini. Quelli che ritraggono la Marina di oggi sono frutto della professionalità e dell’occhio attento di Fabrizio Villa.
Mesi che scorrono assieme alle fotografie messe a confronto per ricordarci anche che navi, armi e tecnologie cambiano ma la gente e le sue necessità no. La missione della Marina Militare è sempre la stessa, al servizio della collettività, oggi come ieri.
Ora come allora, il controllo dei mari e degli oceani, bene comune dell’umanità, costituisce fondamentale presupposto per la sicurezza sulla terraferma, oltre che valore strategico e vitale per lo sviluppo economico delle nazioni e della comunità internazionale, in ossequio al concetto di difesa avanzata per garantire la sicurezza interna.
La storia della nostra Marina costituisce un prezioso patrimonio che ne rappresenta le fondamenta; patrimonio che deve essere divulgato e conosciuto a tutti i livelli nella collettività ma in particolar modo delle giovani generazioni affinché ne possano trarre le appropriate considerazioni e i giusti stimoli per il futuro per costruirne uno sempre migliore.

 

Commenti

commenti