comune

La Giunta approva lo spostamento dell’anagrafe alla sede centrale, soddisfatti gli assessori Tuoro, Perrone e Lecis

7 dicembre 2017

E’ stata approvata ieri in Giunta Comunale una delibera per la “razionalizzazione spazi comunali – adeguamento zona URP sede centrale”.
Questa delibera prevede lo spostamento dell’anagrafe dagli uffici di Campo dell’Oro, dove oggi il Comune è in affitto da Ater, presso la sede centrale di Piazzale Guglielmotti. Nei primi mesi del 2018 partiranno dei lavori di adeguamento dell’area URP che diventerà così più accogliente sia per i cittadini che per i dipendenti comunali. L’importo totale dei lavori è di circa 170mila euro.

“L’obiettivo dell’amministrazione comunale è quello di dare centralità all’ampliamento del servizio al cittadino – spiega l’assessore Tuoro – e con questa delibera si da il via alla riorganizzazione degli uffici anagrafe, tributi e protocollo. Ci saranno quindi spazi ampliati per i cittadini ed una confortevole sala d’attesa, cosa che fino ad oggi per esempio è assente per il protocollo. Abbiamo già sperimentato nel 2017, per le richieste e i cambi di residenza, che l’apertura di uno sportello anagrafe, una volta a settimana, presso il Pincio ha incontrato il gradimento dell’utenza che nello stesso ufficio e nello stesso giorno effettua la variazione anagrafica e l’aggiornamento delle utenze acqua e rifiuti. La delibera di Giunta dà continuità a questo esperimento migliorando e ampliando ancora di più i servizi alla cittadinanza”.

“Il Comune risparmierà 42mila euro l’anno e quindi si raggiungerà presto l’ammortamento dei 170mila euro di investimento necessari all’adeguamento della struttura – prosegue invece l’assessore Perrone – importante è l’obiettivo della riqualificazione della struttura: essendo l’anagrafe in una sede di proprietà dell’Ater non era possibile per il Comune fare ingenti investimenti per mettere i dipendenti e la struttura in condizioni ottimali. Con questo intervento invece, eliminiamo un affitto passivo importante e avremo la possibilità di intervenire direttamente per creare un ambiente più confortevole alle esigenze di quanti vivono la struttura. Senza considerare che, in caso di bandi per finanziamenti extracomunali, potremo partecipare”.

“Nel prossimo periodo – conclude l’assessore Lecis – introdurremo anche alcune novità quali per esempio la applicazione per smartphone “saltacode” ed un servizio di accoglienza potenziato con più personale. Una nuova struttura per un servizio congiunto che sono convinta darà maggiori risposte alla cittadinanza. Un importante passo in avanti nei rapporti fra pubblica amministrazione e cittadino”.

 

Commenti

commenti