ITFF

ITFF. Torna il grande cinema a Civitavecchia

28 settembre 2016

International Tour Film Festival – 5° edizione del festival internazionale del cinema che si terrà a Civitavecchia presso la Cittadella della Musica in Via Dannunzio 2 dal 28 Settembre al 2 Ottobre 2016 con orario continuato
dalle ore 9,30 del mattino fino alla mezzanotte con ingresso gratuito.
PRESENTAZIONE
Il festival internazionale, patrocinato dal Comune di Civitavecchia, nasce da un’idea del Presidente Piero Pacchiarotti e grazie alla sinergia fra il comune e la Regione Lazio. In quattro anni di storia e di continua crescita abbiamo raggiunto 700 opere iscritte provenienti da 64 paesi dei 5 continenti. Giunti ormai alla 5° edizione, vede come sponsor Enel, Conad, Extragames, si confermano gli importanti partner istituzionali già acquisiti quali: Ministero degli Esteri, Presidenza del Consiglio dei Ministri, Regione Lazio, Mibact (Ministero beni culturali e turismo);
Istituto Luce-Cinecittà, Rufa (University of Fine Art), S.N.G.C.I. (Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani), Legambiente, Amesty International e CCSItalia Onlus. Anche questa quinta edizione prevede uno
sviluppo articolato allo scopo di mantenere vivo nel tempo l’interesse della comunità e dei media sul nostro territorio.
PROGETTO
Dal 28 Settembre al 2 Ottobre si terrà la manifestazione ufficiale a Civitavecchia con il concorso vero e proprio presso la splendida location de La Cittadella della Musica dove giurie di altro livello tecnico decreteranno le opere vincitrici delle 4 sezioni previste: Animation, Documentary, Fiction e Promo Turistici. Inoltre Masterclass tenute da personaggi internazionali quali Luc Toutonghi (Se.Ma.For. di Lodz); tre workshop tenuti rispettivamente dal regista
Giorgio Capitani (per attori), dal direttore della fotografia Nino Celeste (per registi)e dal rampante Marco Pavani (per gli effetti speciali) e ancora la mostra fotografica sul regista Ettore Scola, la presentazione di libri a tema quali: Il cinema nel cuore di Giorgio Capitani, Pier Paolo Pasolini…Io so di Enzo De Camillis, Gramigna di Michele Cucuzza, Pane Film e Fantasia di Laura Delli Colli e tantissime altre iniziative.
Il contropremio nazionale letterario Carver, curato da Andrea Giannasi, vedrà la presenza di numerosi scrittori italiani. Importantissima la sezione “Videocity” vivi la tua città riservata ad opere degli studenti delle scuole superiori (hanno aderito al progetto tutti gli istituti superiori cittadini) con l’intento di capire attraverso le immagini come i giovani vedono e vivono la città in cui abitano.
Fra le tante opere fuori concorso culturalmente rilevanti di questa edizione segnaliamo l’apertura con Che ora è di Ettore Scola, ad evidenziare (anche con la mostra) il legame che c’e tra l’artista e la nostra città; inoltre segnaliamo il docuilm Figli del Set di Alfredo Lo Piero e Carlotta Bolognini (uno spaccato della vita giovanile di tanti personaggi oggi famosi, cresciuti con i genitori impegnati sui set dei loro ilm), Un Intellettuale in borgata di Enzo De Camillis (dedicato a Pier Paolo Pasolini), Incontri al Mercato di Dario Albertini, (importante documento sul mercato storico
di Civitavecchia e che viene distribuito dall’Istituto Luce, entrando di diritto nel patromonio storico del cinema italiano). Infine il confermato ”On Tour”, ovvero la circuitazione e promozione internazionale del festival nel mondo e, di conseguenza, della nostra città. Prima Tappa Montalto di Castro dal 29 al 31 Ottobre; a seguire Lodz (Polonia) a metà novembre con data ancora da definire. Insomma Civitavecchia crocevia di cultura, cinema, eventi, tradizioni del proprio territorio in tutto il bacino del mediterraneo.
TARGET
Giunto alla sua 5a edizione e forte del riconoscimento internazionale in qui ottenuto ha visto la partecipazione
di 700 cortometraggi ricevuti e preselezionati dalla prestigiosa National Film School di Lodz (Polonia) , provenienti da 64 Paesi dei 5 continenti. I film che hanno superato la selezione e che vedremo al festival sono 69 a cui si aggiungono 9 opere fuori concorso in rappresentanza di 23 paesi in totale. Il Festival, che si presenta con cadenza annuale, vuole continuare ad espandersi mantenendo quell’importante vetrina di livello internazionale che già rappresenta e creare un’opportunità di pubblicità e conoscenza del nostro meraviglioso territorio (a nord
della Provincia di Roma).

La Madrina

Nata in Italia da padre giapponese e madre italiana, Hong-hu Ada è cresciuta a Miami negli Stati Uniti. Apprende il mestiere di attrice in teatro recitando all’età di sei anni in alcuni drammi di Shakespeare, Milton e Keats. Diplomatasi alla New York Film Academy, viene subito scelta come Giulietta nello spettacolo di Broadway “Romeo e
Giulietta” e poco dopo vince il ruolo di Vanja nel “Giardino dei Ciliegi” da Anton Cechov. Dopo le sue performance a Broadway, il regista Abel Ferrara la scrittura per il film “Mary” al fianco di Juliette Binoche e poco dopo “Go Go Tales” girato fra Roma e New York. Viene contattata dal regista Pupi Avati che la invita a lavorare in due film:
“Il papà di Giovanna” e “Il iglio più piccolo”. Interpreta poi altri film come “Time Killer”, “Theborder crime” e viene diretta da Nanni Moretti in “Habemus Papam”. La grande occasione della sua carriera avviene nel 2011, quando viene scelta come protagonista per il ilm western “Shuna The Legend” diretto da Emiliano Ferrera. L’anno
successivo, per conto della 20th Century Fox viene scelta come doppiatrice della tigre Shira per l’edizione italiana del film “L’Era Glaciale 4 – Continenti Alla Deriva” diretto da Steve Martino e Mike Thurmeier. Hong-hu Ada suona il piano e il koto, un particolare strumento giapponese. Parla fluentemente sei lingue ed è laureata in Scienze
Politiche con 110 e lode. Hong-hu Ada è anche conosciuta al pubblico come una grande cantautrice:
con tre album pubblicati e quattro singoli sia negli Stati Uniti che in Italia, partecipa in qualità di cantante per alcune colonne sonore di film d’animazione. Da sempre è impegnata in maniera tenace in eventi di beneficenza per la difesa dei diritti umani e in campagne contro la fame nel mondo.

 

Commenti

commenti