centrale tirreno power

Incontro con clamorosa Rottura tra i vertici di Tirreno Power e le segreterie nazionali dei sindacati

7 settembre 2016

Incontro con clamorosa Rottura tra i vertici di Tirreno Power e le segreterie nazionali dei sindacati  UILTEC-UIL, FLAEI –CISL e FILCTEM-CGIL.

Un tavolo che  ha sancito la spaccatura definitiva.

“L’azienda non ha dato alcuna disponibilità alla trattativa gli abbiamo chiesto in primis dividere i problemi tra i siti CIVITAVECCHIA, NAPOLI e VADO LIGURE e poi ricercare soluzioni pratiche come  insourcing, incentivi all’esodo, mobilità volontaria, cassa integrazione incentivata e altra solidarietà.

Tirreno power ha invece annunciato l’apertura della mobilità obbligatoria.

“L’invito del ministero dello Sviluppo economico non è stato recepito da Tirreno Power, hanno proposto di continuare gli incontri ma avendoci già anticipato che hanno margini ristretti, abbiamo quindi rifiutato”.

Entro poche ore uscirà un Comunicato Unitario con maggiori precisazioni.

 

Commenti

commenti