Il sindaco ha incontrato i lavoratori Tirreno Power

19 giugno 2014

Primo vertice quello che si è avuto fra le varie rappresentanze sindacali ed il sindaco di Civitavecchia Antonio Cozzolino, accompagnato per l’occasione dal consigliere regionale Devid Porrello e dalla deputata Marta Grande, oltre che dai consiglieri comunali Francesco Fortunato ed Emanuele La Rosa. Il neo primo cittadino ha ascoltato le varie argomentazioni che gli sono state esposte dai vertici sindacali ed ha firmato una lettera di impegno che ricalcava le intenzioni che l’amministrazione già aveva presupposto di mettere in atto.
“Una macelleria sociale più che un piano di ristrutturazione”, così è stata definita dai sindacati la strategia di Tirreno Power. Il forte pieno di esuberi infatti è in contrasto con le unicità dell’azienda locale e con le potenzialità che questa potrebbe avere con una messa a regime più consona alle qualità dei lavoratori e delle strutture presenti. Diverse, infatti, sono le situazioni delle centrali di Napoli e di Vado Ligure sotto molti aspetti che non possono essere trascurati. Il sindaco Cozzolino s’impegna fin da subito a convocare i vertici di Tirreno Power, sia locali che nazionali, per discutere con loro i prossimi passi da attuare nell’interesse della salvaguardia dei posti di lavoro e del mantenimento della centrale elettrica. Contemporaneamente si cercherà una sinergia anche con l’Autorità Portuale ed Enel, con la quale era stato firmato un patto di ricollocazione di eventuali esuberi. In chiusura il sindaco ha calendarizzato anche altri incontri con i sindacati per parlare anche delle altre questioni, su tutte quella di Hcs. L’obiettivo comune è quello di arrivare alla soluzione dei problemi senza rivendicare la vittoria per nessuna delle forze in gioco; il benessere dei cittadini è, nei fatti, l’unico punto focale dell’amministrazione comunale.

Commenti

commenti