Il M5S: “l’acqua deve restare pubblica”

21 febbraio 2014

Il Movimento Cinque Stelle di Civitavecchia commenta, con una nota stampa, l’assemblea di ieri pomeriggio all’Aula Pucci sull’Acqua Pubblica.  “Ieri sera presso l’Aula Pucci si è svolta un’interessante assemblea pubblica su un tema caro a tutti:  la nostra acqua. Grazie agli attivisti del Comitato Acqua Pubblica di Civitavecchia (tra i quali, ovviamente, ci siamo anche noi del m5s) abbiamo potuto ascoltare interventi che chiariscono alla perfezione la situazione complicata in cui versa la nostra (e non solo la nostra) città. Come è tristemente noto, il servizio idrico civitavecchiese rischia seriamente, in barba alla volontà popolare espressa dal referendum del 2011, di passare nelle mani del gestore unico del nostro ambito territoriale: Acea Ato2 S.p.A. Grazie al lavoro sinergico del nostro consigliere regionale Devid Porrello, di Gino De Paolis, e alle pressioni esercitate dal Comitato Acqua Pubblica sul Commissario Prefettizio, ci è stato regalato un po’ di tempo per trovare una soluzione alternativa; ma per il servizio idrico di Civitavecchia, quando l’iter della legge regionale arriverà alla fine, il destino potrebbe essere segnato. Il Comitato propone quindi un prezioso emendamento alla legge che dovra’ essere approvata entro un mese: si dovrà prevedere che i comuni che si trovano nella condizione di Civitavecchia, con una sentenza sfavorevole e un Commissario ad Acta nominato per trasferire il servizio ad Acea Ato2 SpA, non siano piu’ obbligati a cedere il servizio idrico ai gestori individuati nella vecchia legge regionale. Quindi, al netto delle magre figure di qualche politico locale che perde sempre l’occasione per risparmiarci commenti di un provincialismo disarmante – oltre che inutili – il M5S di Civitavecchia, insieme agli attivisti del Comitato e i nostri rappresentanti in regione, farà di tutto perchè sulla vicenda si possa scrivere un lieto fine”.

Commenti

commenti