Il Csps: “la scelta dei futuri consiglieri comunali è di fondamentale importanza”

27 febbraio 2014

Dal Centro di Sviluppo Politico e sociale riceviamo e pubblichiamo. “La scelta dei consiglieri comunali, gli uomini che voteranno in Consiglio le misure di cui necessità la città, è di fondamentale importanza, quasi al pari della scelta del primo cittadino. Il sindaco, per operare nel miglior modo possibile, deve assicurarsi di avere al proprio fianco dei “guerrieri” che faranno qualsiasi cosa pur di rispondere alle esigenze del loro “condottiero”, rappresentante non sono dell’istituzione di cui gli stessi consiglieri fanno parte, ma anche della stessa collettività.  Per questo il cittadino deve rispondere in maniera attenta, valutando ciò che i consiglieri comunali hanno fatto, ma anche non fatto, nelle ultime amministrazioni. Il dissenso e il distacco che i cittadini manifestano nei confronti della politica è il figlio delle false promesse fatte da consiglieri continuamente a caccia di consensi, promettendo “mari e monti”.  Per il bene della città è necessario che nelle liste comunali e di conseguenza nel Consiglio comunale siano presenti soggetti competenti, presenti sul territorio e che non svolgano mansioni di “cambi di poltrona” per i propri interessi; gente che rimanga al proprio posto e che non sia succube dei poteri forti. Come il sindaco deve essere scelto, coinvolto nella società civile, allo stesso tempo anche chi occuperà i banchi di Palazzo del Pincio devono rispondere alle esigenze della società nella sua interezza, abbandonando quel modus operandi che ha allontanato sempre più il cittadino dalla politica, che ora vede come una parola sporca di fango. La politica, al contrario, altro non è che il perseguimento degli interessi della collettività, l’accordo e la negoziazione che possano permettere la costruzione di una società armoniosa. È un contratto stretto tra uomini che hanno deciso di dare la fiducia ad un gruppo di persone in loro rappresentanza, i quali hanno l’onere – e l’onore – di amministrare il bene comune come un padre di famiglia.”

Commenti

commenti