Il Club Forza Silvio replica a Becchetti e attacca Grasso

30 marzo 2014

Da Pasquale Marino, presidente del Club Forza Silvio “Amici di Civitavecchia”, riceviamo e pubblichiamo. “Abbiamo con vivo stupore letto su quel quotidiano, ormai di parte,  le presunte ed improvvide dichiarazioni attribuite all’ormai anziano Notaio Becchetti, ex deputato di Forza Italia. Dichiarazioni che ci hanno lasciato basiti in quanto attribuibili ad una persona che stimiamo per il suo trascorso e per l’attaccamento sempre mostrato per il nostro Leader, verso il quale ha sempre dichiarato di esser amico. Il nostro stupore è stato determinato nel constatare che viene effettuata una critica, sempre possibile, ma in termini e modi e non in corso d’opera, quasi a voler indirizzare verso altri lidi, quei consensi naturali che spontaneamente vengono indirizzati verso il nostro partito. FORZA ITALIA, è stata dalla fondazione il partito che ha espresso i maggiori consensi tra i partiti appartenenti all’area, quindi qualora ci si voglia presentare quale candidato per l’area, è necessario che ci si presenti agli esponenti del raggruppamento che è di maggior peso e se ne chieda ufficialmente l’appoggio. Al momento l’area politica di appoggio del secondo candidato è l’NCD, notoriamente non è in amore ed unità d’intenti con il nostro raggruppamento, anzi essendo l’NCD un partito di governo si dovrebbe sostenere il candidato del centrosinistra. È a questo punto che ci viene il sospetto che tutta l’operazione della candidatura sia stata pensata ed attuata per spaccare la nostra area, che notoriamente in unità rappresenta la maggioranza. Aiutateci a spaccare la maggioranza di destra e noi, vincenti nelle elezioni amministrative, Vi sosterremo quando verranno indicati nominativi papabili per la carica. È un “DO UT DES” che in politica è corrente. Non ci stupiamo, ma non gradiamo che i nostri amministratori, a ciò chiamati con espressa delega dal nostro Leader vengano considerati degli improvvisatori. Un ultima considerazione: se quanto posto in essere avrà l’effetto di giungere ad un risultato positivo, l’estensore della critica, al pari di quanto avvenuto a Canossa, verrà scalzo, con un saio ed un cilicio a chiedere scusa?????

 

 

Commenti

commenti