hcs

I sindacati: “Pagati gli stipendi dei lavoratori di Città Pulita. Un primo passo nella difficile vertenza finalizzata a salvaguardare i livelli occupazionali e i diritti dei lavoratori e dei cittadini”.

29 novembre 2013

La Cgil, la Uil e l’Usb intervengono dopo il pagamento degli stipendi agli operai di Hcs. “Il bonifico effettuato, nelle ultime ore, per il pagamento degli stipendi dei dipendenti di Città Pulita, consente di sospendere la protesta dei lavoratori che, oggi, hanno aderito compattamente all’assemblea permanente convocata da CGIL UIL USB che, in questo modo, hanno fornito l’unica “copertura sindacale” possibile rispetto alle forme di lotta adottate. Abbiamo, sostanzialmente assunto come OO.SS. ogni responsabilità, tutelando i lavoratori rispetto a ritorsioni e provvedimenti. Ovviamente, oltre che per le incresciose vicende che fino a poche ore fa hanno continuato a segnare un agire ai limiti del grottesco anche da parte degli amministratori, e poi in ragione delle incognite che continuano a segnare il futuro delle municipalizzate di Civitavecchia e le sorti di oltre 400 lavoratori, CGIL UIL USB mantengono lo stato di agitazione di tutti i lavoratori di HCS e delle SOT. Inoltre queste OO.SS. hanno, formalmente, chiesto un urgente incontro al Commissario Prefettizio e la riapertura del Tavolo Regionale per avviare – finalmente – quel confronto, osteggiato per un lungo periodo dall’amministrazione comunale, finalizzato al risanamento, alla riqualificazione e al rilancio delle municipalizzate di Civitavecchia, salvaguardando l’occupazione, difendendo ed estendendo i diritti dei lavoratori e quelli dei cittadini (con i quali ci scusiamo per i disagi causati nelle giornata e che, purtroppo, erano legati al sacrosanta necessità dei dipendenti ad avere il proprio stipendio) ad avere servizi pubblici efficienti, con tasse e tariffe eque”.

Commenti

commenti