I bambini della “Laurenti” in prima fila per la solidarietà

27 febbraio 2014

Mattinata emozionante per gli alunni della V a della scuola elementare “Laurenti” di Civitavecchia: ospite gradito della classe Alessandro Battilocchio che ha promosso negli scorsi mesi un ponte di solidarietà tra il nostro comprensorio e diversi istituti kosovari che ospitano bambini senza genitori o in stato di disagio e necessità. A fare gli onori di casa la Preside Nandina Ambrogi e le insegnanti che hanno ringraziato Battilocchio per aver coinvolto i giovani studenti in questa attività di amicizia e cooperazione con loro coetanei di questo problematico Stato. I bambini hanno visto le immagini del reportage dell’ultima missione di Alessandro Battilocchio in Kosovo: particolarmente toccante la parte in cui la delegazione italiana consegna ai piccoli kosovari proprio i disegni ed i lavoretti inviati appositamente dai bambini della classe V a. Al termine del video gli alunni hanno rivolto domande ad Alessandro Battilocchio, che ha poi lasciato alla classe altri disegni ed un oggetto artigianale in legno realizzato dai bambini dell’istituto “11 Ottobre” per i loro nuovi amici italiani. Le insegnanti hanno comunicato tutta la loro volontà di proseguire, con altre iniziative, il cammino di solidarietà con Alessandro Battilocchio. “Sono davvero felice e soddisfatto di aver attivato in questi anni decide di progetti di solidarietà rivolti a bambini meno fortunati, in Italia e nel mondo. Ho trovato sempre una straordinaria disponibilità ed attenzione da parte di scuole, Associazioni, gruppi e Parrocchie che mi spinge a proseguire il percorso con ancora maggiore slancio. In questo contesto difficile, la sensibilità dei bambini verso queste problematiche è commovente ed è un segnale bellissimo di speranza per il futuro”, ha dichiarato Alessandro Battilocchio al termine della “lezione” speciale coi bambini della “Laurenti”.

Commenti

commenti