hcs

Hcs. Usb: “Andiamo dal Prefetto di Roma”

15 marzo 2013

Riceviamo e pubblichiamo l’intervento dell’Unione Sindacale di Base su Hcs.

“Le dichiarazioni di ieri del sindaco Tidei, fatte durante il presidio dei lavoratori della Holding HCS e delle tre società operative, sembrano fatte dal peggior incendiario di fronte ad un deposito di esplosivi – dichiara Francesco Staccioli di USB di Roma e Lazio. Non capisco questa pervicace volontà di far perdere la calma ai lavoratori in tutti i modi possibili, quasi fosse un disegno preciso quello di provocare reazioni inconsulte; – insiste il sindacalista USB – certo è che non siamo disposti a fare incontri con chi agisce in questo modo. Insieme agli altri sindacati abbiamo deciso di non partecipare all’incontro dichiarato dal Sindaco Tidei, ma di dare appuntamento all’amministrazione sindacale all’incontro già convocato dal Prefetto di Roma il 20 marzo prossimo. Questa sede istituzionale ci sembra più idonea per tentare di confermare gli impegni assunti lasciando una volta per tutte da parte dichiarazioni dannose. Noi siamo pronti al conflitto e se queste sono le condizioni, lasciando senza stipendio i lavoratori, sicuramente lo praticheremo in tutti i modi, vogliamo però mantenere la calma per cercare soluzioni che rispettino gli impegni assunti con i lavoratori e nel loro esclusivo interesse”.

Commenti

commenti